19, Aprile, 2024

Alla Nonziata una serata di riflessione sull’empowerment femminile organizzata da San Giovanni Lab e Agorà

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Una serata particolarmente partecipata e ricca di spunti di riflessione su un tema, quello dell’empowerment femminile, che è di stretta attualità. Bilancio positivo dunque per l’iniziativa organizzata alla Nonziata di San Giovanni da Agorà e da San Giovanni Labb.

Spiega Lisa Vannelli, Presidente di San Giovanni Lab: “Con il tema ‘A me ci penso io! Da donna vittima a leader strategico’ abbiamo affrontato le sfide e celebrato le vittorie delle donne nel mondo professionale e oltre. Le testimonianze toccanti e i discorsi appassionati hanno ispirato il pubblico a superare i propri limiti e a abbracciare il cambiamento con determinazione. Desidero esprimere un ringraziamento speciale ai nostri illustri relatori: la Senatrice Silvia Fregolent, la giornalista Anna Germoni e la Dott.ssa Cristina Nardone, che ci ha guidato in una profonda riflessione sulla gestione delle circostanze e sull’acquisizione delle competenze necessarie per diventare leader capaci di ispirare il cambiamento. Grazie per aver condiviso preziose esperienze e prospettive, rendendo l’evento un’esperienza unica nel suo genere. Un plauso anche a Francesco Carbini, che per la serata ha vestito in maniera eccellente i panni di moderatore, contribuendo a mantenere viva l’energia, rendendo la discussione ancor più coinvolgente per il pubblico e i presenti”.

”Guardando al futuro – conclude la Presidente di San Giovanni Lab –  mi auguro che l’ispirazione e la determinazione diffuse durante questa serata continueranno a risuonare nel nostro quotidiano, portandoci sempre più vicino a un mondo dove ogni donna possa realizzare il proprio potenziale senza limiti né restrizioni”.

“Una bella serata di riflessione sul ruolo sempre più determinante delle donne nel mondo del lavoro e nella società”, ha aggiunto Francesco Carbini di Agorà. “Emozionante in particolare la testimonianza riferita dalla giornalista Anna Germoni, che nei giorni scorsi ha intervistato la scrittrice ed attivista iraniana Masih Alinejad, perseguitata e minacciata dal regime di Ali Khamenei, oggi rifugiata in America, sotto protezione. Aver condiviso con noi questa profonda, potente storia di determinazione, amore e coraggio è la conferma che c’è ancora tanto da fare per la libertà”.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati