02, Dicembre, 2022

Adeguamento sismico della succursale del Vasari, si sblocca l’iter per l’affidamento. Sono 3 le offerte valide ricevute dalla Metrocittà

Più lette

In Vetrina

Dopo un primo bando andato deserto, questa volta la procedura di appalto per i lavori di consolidamento strutturale e adeguamento sismico della succursale del Vasari di Figline ha portato ad un primo risultato concreto: 4 operatori hanno presentato un’offerta entro la scadenza dello scorso 6 novembre. Di queste, però, un’offerta è stata esclusa al termine delle analisi dei documenti amministrativi: sono dunque 3 le offerte valide, e altrettanti quindi gli operatori che sono stati considerati ammessi alla gara. Ora la Commissione dovrà occuparsi di verificare tutti i dettagli delle offerte, per poi procedere all’aggiudicazione dei lavori secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, sulla base del miglior rapporto qualità prezzo.

Il progetto, lo ricordiamo, è a cura della Città Metropolitana di Firenze, e ha ricevuto anche fondi PNRR. Per i lavori di adeguamento alla normativa sismica della succursale dell’Istituto superiore “G. Vasari” di Figline, situata in via Garibaldi, accanto alla sede del centro per l’impiego, era inizialmente previsto un investimento complessivo di 1 milione e 100mila euro; poi, una volta andato deserto il primo bando, la Metrocittà ha rivisto i costi in base all’attuale andamento del mercato e ha portato così il costo complessivo del progetto a quasi 1 milione e mezzo di euro. 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati