14.10.2015  20:01

Christian Riganò è il nuovo allenatore dell'Ideal Club Incisa

di Andrea Tani
La nuova carriera del bomber di Lipari riparte da dove aveva chiuso la sua lunga esperienza da giocatore. L'uomo che trascinò la Fiorentina dalla C2 alla Serie A a suon di gol farà il suo esordio da allenatore domenica sul campo della Rontese


Riganò esulta dopo un gol segnato con la maglia dell'Ideal Club

commenti

Data della notizia:  14.10.2015  20:01

Christian Riganò è il nuovo allenatore dell’Ideal Club Incisa. La nuova vita del bomber di Lipari comincia da dove era finita la sua carriera da giocatore, appena pochi mesi fa. Domenica prossima a Ronta, frazione di Borgo San Lorenzo, la sua prima panchina di sempre alla guida di una squadra senior.

Una carriera senza eguali, iniziata nella modesta Eccellenza siciliana per pura passione, allenandosi dopo una giornata in cantiere dove ha lavorato come muratore fino ai 25 anni, per arrivare nell’olimpo del calcio nazionale a 30 anni suonati, dopo aver guidato la Fiorentina nella risalita dalla C2. Poi la stagione trionfale di Messina, 19 reti in 27 presenze, e le 13 apparizioni con 4 gol nella Liga spagnola, al Levante. Anche se l’età continuava ad avanzare, Riganò proprio non voleva lasciare il calcio.

È tornato nelle categorie cadette e, qualche anno più tardi, tra i dilettanti, dove tutto era cominciato. Negli ultimi anni della sua carriera anche un bel po’ di Valdarno: a Montevarchi, nel 2012, con 22 reti in appena 16 partite di Seconda categoria, e, un anno fa, all’Ideal Club Incisa, portato verso la salvezza a suon di gol, spesso spettacolari.

A 41 anni la voglia di giocare era ancora quella di un ragazzo. C’era un solo modo per farlo smettere: costringerlo. Ci ha pensato il regolamento. Nell’estate ha ottenuto la licenza da allenatore Uefa A, che impedisce a chi la possiede di giocare. Era pronto per un’altra carriera, ma di proposte convincenti non ne sono arrivate. Così Riganò ha aspettato.

Doveva essere una stagione da protagonista per l’Ideal Club Incisa, dopo una campagna acquisti con nomi di grande spessore per la Prima categoria, su tutti quello di Emiliano Frediani, ex bandiera del Figline. Ma dopo quattro giornate i biancocelesti sono all’ultimo posto in classifica con tre soli punti. Il nuovo allenatore Emanuele Iacopozzi ha deciso di fare un passo indietro rassegnando le dimissioni dopo la sconfitta di domenica scorsa a Settignano, la terza in quattro partite.

La società è corsa ai ripari. Lunedì il direttore sportivo Giancarlo Pasquini ha raggiunto l’accordo con il bomber Jacopo Toccafondi, il quarto attaccante in rosa. Serviva qualcuno che insegnasse come si fa gol. E un miglior maestro non si poteva trovare.

Sport

 
comments powered by Disqus
Leonardo Matassoni
Diritto all'architettura
PERDERE DI VISTA IL SENSO DELLA VITA PUR DI SOPRAVVIVERE ...
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questo articolo andremo a recensire una ...