22, Giugno, 2024

Valentina Vadi: “Parole d’ordine, inclusione e servizi”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Fra i punti salienti del programma elettorale della candidata del Centrosinistra Valentina Vadi troviamo le politiche sociali e l’inclusione.

“Come è stato nei 5 anni passati, continuerà ad essere massimo l’impegno per la garanzia dei servizi alla persona per i giovani, gli anziani, i disabili, i disoccupati, per chi vive in una condizione di marginalità sociale. Un’attenzione particolare – spiega la candidata Valentina Vadi – sarà rivolta all’assistenza agli anziani e alle famiglie numerose e con figli piccoli: una comunità che cura i suoi bambini ed i suoi anziani è una comunità che cresce e vive insieme, capace di sostenersi a vicenda e integrare le ricchezze e le competenze degli uni con le necessità e i bisogni degli altri. La cura degli anziani, sempre più numerosi e destinati ad esserlo ancora di più, passa anche dal loro riconoscimento sociale, dal loro potersi sentire ancora parte attiva della comunità per cui, per il tramite delle associazioni o attraverso i patti di collaborazione, il loro contributo può essere di aiuto in numerose attività [dall’aiuto negli attraversamenti pedonali fuori dalle scuole al prendersi cura periodicamente in gruppo di un angolo del proprio quartiere]: sentirsi utili e integrati nella società anche dopo la fine del percorso lavorativo, è un metodo estremamente efficace per combattere la solitudine e ad allontanare le malattie”.

Il Centrosinistra affronta anche il problema dell’emergenza abitativa una delle difficoltà maggiori da un punto di vista sociale, a San Giovanni Valdarno, come in altri territori.

“Per far fronte a questa criticità abbiamo partecipato ad un recente bando della Regione Toscana per aumentare il numero degli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica. Inoltre il taglio delle risorse nazionali destinate a coprire la morosità incolpevole per gli affittuari e la fine della misura di supporto alle fragilità sociali e lavorative individuata nel reddito di cittadinanza, sta mettendo a dura prova i nuclei familiari e le persone che vivono situazioni di marginalità sociale. Per far fronte a questo situazione, che determina una forte pressione sui servizi sociali comunali, continueremo ad attivare politiche sociali di sostegno ed aiuto, attuando un controllo attento delle risorse e destinandole alle persone e ai nuclei familiari che ne hanno bisogno e diritto”.

Inoltre, per il cittadino, è spesso difficile interfacciarsi con aziende, compagnie e società che erogano tipologie diverse di servizi come acqua, gas, energia elettrica e telefonia e vedere tutelati i propri diritti: “Il Comune – conclude la candidata sindaco del Centrosinistra Valentina Vadi – avrà un atteggiamento di difesa e di sostegno, di vicinanza e di aiuto ai cittadini nei rapporti con queste ‘strutture’ complesse”.

Articoli correlati