13, Aprile, 2024

Buoncompagni sui Fondi per lo Sviluppo e la Coesione: “Un’occasione persa, per il secondo ponte sull’Arno”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

“Un’occasione persa”. Così Enrico Buoncompagni, candidato sindaco per Figline Incisa con una lista civica, commenta l’assenza del secondo ponte sull’Arno fra i progetti finanziati dall’accordo sui Fondi per lo Sviluppo e la Coesione firmato tra governo e regione Toscana nei giorni scorsi. “A farne le spese i cittadini di Figline Incisa, costretti a sopportare livelli di traffico assurdi per la presenza di un unico ponte, ma anche le tante imprese che già operano o che intendono affacciarsi alla città”.

Spiega Buoncompagni: “Questo tipo di opere riesce ad essere finalizzato solo se chi deve farsi interprete dei bisogni di una comunità è in grado di portarli avanti con determinazione e forza all’attenzione delle istituzioni competenti. Che, in questo caso – aggiunge – sono rappresentate da politici parte dello stesso partito della sindaca che ha governato Figline Incisa in questi anni”.

“Ancora una volta però le istanze del territorio sembrano non riuscire a prevalere nelle stanze del partito. È mancata la capacità di governare e così la nostra città ha perso una grande opportunità. Serve sapersi battere nelle sedi che contano a prescindere dai colori politici. L’interesse di Figline Incisa deve sempre prevalere. E noi siamo pronti a batterci per questo, senza arrenderci di fronte a chi continua a pensare che opere come quella del secondo ponte a Matassino siano irrealizzabili o ancora peggio che non valgano un impegno saldo e costante.”

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati