27, Febbraio, 2024

Venus Formae: il trattamento che tonifica, drena, riduce l’adipe e combatte la cellulite

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Valentina D’Aloia, specialista nella cura del corpo e nella risoluzione di inestetismi, spiega i benefici di “Venus Formae”, un trattamento completo che oltre al relax agisce rinnovando le cellule, tonificando, riducendo accumuli di adipe e contrastando la tanto discussa cellulite.

Perché sottoporsi a un trattamento corpo?
La cura del corpo è qualcosa che affascina l’uomo fin dall’antichità. Se i greci usavano il massaggio come trattamento terapeutico per il recupero della salute e dello stato fisico dei guerrieri, nella cultura asiatica, specialmente in quella indiana e in quella cinese, era concepito come una tecnica di guarigione. I romani invece utilizzavano i massaggi per far rilassare i loro ospiti negli ambienti termali. Dunque perché non farlo anche noi? Il nostro organismo, sotto la sollecitazione di un massaggio, rilascia endorfine, dalle proprietà analgesiche ed euforizzanti, oltre a ossitocina, l’ormone del buonumore. Il nostro corpo si libera così da tensioni emotive ed energetiche per ritrovare armonia, lo stesso succede alla pelle che, sia per la connessione con la psiche, che per la stimolazione del sistema linfatico che si esercita durante il trattamento, andando a contrastare i ristagni e a sciogliere micro circoli, si ripulisce da tossine.

Cosa è “Venus Formae” e in cosa consiste?
È un trattamento corpo che agisce contemporaneamente per contrastare gli inestetismi della cellulite, drenare e rassodare. Un vero e proprio trattamento d’urto capace di rimodellare efficacemente la shilouette grazie a un’azione di detossinamento tissutale che riduce e combatte la cellulite, rendendo il tessuto tonico ed elastico.
Il programma “Venus Formae” prevede complessivamente dieci sedute che, a seconda della frequenza con cui si decide di farle, una o due la settimane, si esaurirà in poco più di un mese o in un paio di mesi. Una scelta questa che resta alla cliente poiché deve rispondere alle sue precise esigenze non solo estetiche, ma anche di tempo e organizzazione personale. Come per gli altri programmi proposti, anche per questo, al fine di ottenere i migliori risultati possibili, è fondamentale la collaborazione da parte di chi vi si sottopone perché la loro efficacia è fortemente condizionata dallo stile di vita seguito. Il corpo può essere sottoposto al programma “Venus Formae” nel corso di tutto l’anno.

"Venus Formae", trattamento prima e dopo incentrato sulla lassità dei tessuti
“Venus Formae”, trattamento prima e dopo incentrato sulla lassità dei tessuti

Quale principio sfrutta “Venus Formae”?
Siamo nell’ambito della talasso terapia, una forma di trattamento terapeutico basata sulle potenzialità dell’ambiente marino, in particolare del clima e dell’acqua che lo caratterizzano.
A tal proposito utilizzo l’alga wakame i cui sali e oligominerali, trovando biocompatibilità con l’organismo umano, agiscono ripristinandone gli equilibri cellulari, contrastando i radicali liberi e più in generale detossinando l’organismo. La sua funzione è infatti quella di accompagnare le tossine verso il canale di smaltimento assicurandone così la completa espulsione.

Come si svolge una seduta di questo trattamento?

Una seduta tipo dura circa un’ora e un quarto, la cliente sarà immersa in un’atmosfera molto rilassante e una volta terminato potrà concedersi ulteriore tempo per godere dei benefici del trattamento. Per prima cosa eseguo un peeling a base di acidi, si tratta di uno step preparatorio che consente di liberare la cute e “rinfrescarla” così da renderla più recettiva alle azioni successive. Segue l’applicazione di un gel termo attivo che agisce andando ad accelerare i processi metabolici tra cui la lipolisi con cui si vanno a eliminare le tossine dal sistema linfatico. La cliente viene dunque avvolta con una speciale pellicola, si attende che il gel caldo sia ben assorbito, dopodiché si applica del gel freddo. L’effetto creato da tale contrasto è detto “revulsivo” e va ad aumentare l’afflusso sanguineo fino ai tessuti superficiali. Sfruttando la contrazione dei vasi dopo si applicano poi i booster concentrati e specifici per l’inestetismo da trattare. Proseguo con il massaggio pneumatico, dove la mia mano, esercitando un’azione sul corpo trattato simile a quella di una ventosa, stimola l’ossigenazione di tutti i distretti cutanei. Al termine del trattamento, oltre al rilassamento totale, la cliente percepirà subito una sensazione di leggerezza alle gambe e si vedrà rimodellata per effetto della riduzione degli accumuli d’adipe su cui si è lavorato.

 

Articoli correlati