02, Luglio, 2022

IL SONDAGGIO DI VPOST

Dove vorresti fosse organizzato il mercato settimanale del tuo comune?

IL SONDAGGIO DI VPOST

Dove vorresti fosse organizzato il mercato settimanale del tuo comune?

Treni, De Robertis (PD): “Ritardi sulla linea ferroviaria Arezzo – Firenze: Trenitalia venga in Commissione”

Più lette

In Vetrina

La consigliera regionale del PD Lucia De Robertis interviene in merito ai disagi che si stanno verificando in questi giorni per i pendolari valdarnesi. “Quanto successo stamani sul regionale per Firenze, partito da Arezzo alle 7:17 e fermato a Bucine per un guasto, con nuovi ritardi sulla linea lenta e problemi per i passeggeri, dopo i disagi patiti dagli utenti nei giorni scorsi a causa dell’improvviso abbassamento delle temperature, non deve ripetersi. Per questo ho intenzione, condividendo l’iniziativa con l‘Assessore Baccelli, di convocare in Commissione i vertici regionali di Trenitalia e Rfi, per capire cosa dipenda da problemi strutturali, cosa sia evento imponderabile, cosa possa essere migliorato a livello organizzativo, per garantire la continuità di un corretto servizio ai cittadini. Cittadini che pagano biglietti ed abbonamenti e che, come Regione, stiamo spingendo ad usare il treno in un’ottica di riduzione dell’inquinamento ambientale”.

Lucia De Robertis, Presidente della Commissione che in Consiglio regionale si occupa anche di infrastrutture e mobilità, ha dunque intenzione di chiedere un incontro urgente ai vertici regionali delle Ferrovie, “per fare seriamente il punto sula situazione, visto che siamo solo agli inizia della stagione fredda”.

“Non mi interessa cercare i colpevoli di eventuali disservizi – ragiona De Robertis – ma costruire, per quanto possiamo, soluzioni ai problemi che i pendolari si trovano ad affrontare per poter andare a lavorare o a studiare. Non mi accontento di attivare le penalità che il contratto di servizio prevede, magari coi ristori agli abbonati. Perché le persone non vogliono indietro i soldi del biglietto, ma la garanzia di poter arrivare , senza troppi problemi, al lavoro, a scuola, all’università nel tempo previsto. O magari ad una visita medica importante”.

“Ad altri il compito della denuncia – conclude De Robertis -: a noi, controparte del contratto di servizio per il trasporto ferroviario regionale, l’obbligo di farlo rispettare e l’impegno a trovare, insieme, soluzioni per i problemi che il contratto non disciplina”.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati