19, Aprile, 2024

Vicenda Keu, il Comune di Bucine si costituisce parte civile nel processo

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Con una delibera della Giunta il Comune di Bucine si costituisce parte civile nel processo relativo agli sversamenti di KEU, i fanghi prodotti dagli scarti delle concerie della pelle, che hanno interessato diverse zone della Toscana. Lo scopo è ottenere il risarcimento di tutti i danni morali e materiali nei confronti di coloro che saranno riconosciuti responsabili. L’udienza preliminare si aprirà il 12 aprile 2024 al tribunale di Firenze.

“Dall’inizio della vicenda l’Amministrazione comunale si è mossa insieme alla istituzioni per addivenire nel più breve tempo possibile alla messa in sicurezza dei siti inquinati e alla loro definitiva bonifica: un percorso complesso che sta procedendo nella giusta direzione” – dichiara il Sindaco Nicola Benini.

“Il Comune di Bucine e tutta la collettività in questa vicenda sono chiaramente parte lesa, sia per i danni ambientali, che morali e di immagine, vista anche la vocazione turistica del nostro territorio. La costituzione del Comune come parte civile è doverosa e necessaria, nei confronti di tutti i soggetti coinvolti” – conclude il Sindaco Benini.

Articoli correlati