26, Settembre, 2023

“Verifiche della Corte dei Conti sugli atti relativi alla Comunità Energetica”: Avanti Montevarchi all’attacco dell’Amministrazione

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Una deliberazione della Corte dei Conti su alcuni atti dell’Amministrazione di Montevarchi finisce al centro dell’attenzione del gruppo di opposizione Avanti Montevarchi, che ora attacca la giunta Chiassai e chiede che si faccia chiarezza. “Questa volta – spiega il gruppo in una nota – sotto i riflettori ci finisce il Project Financing , recentemente proposto e approvato per la costituzione della Comunità Energetica Rinnovabile. Un Project strombazzato sulla stampa locale e sui media, presentato come una sorta di primato nazionale anche alle anestetizzate rappresentanze sociali e economiche locali e palese dimostrazione della grande capacità di Chiassai Martini e della sua maggioranza”.

“Per essere sinceri – puntualizza Avanti Montevarchi – la Corte dei Conti ha aperto una istruttoria non tanto sul Project, sul quale dichiara di non avere competenza, quanto su un atto connesso quale la costituzione di una Società da parte del Comune con la Società creata dai Promotori il Project, nello specifico una finanziaria e un operatore del settore delle Telecomunicazioni. Una istruttoria che si è articolata con varie richieste di chiarimenti ai quali, secondo diversi passaggi della deliberazione, l’amministrazione non ha fornito risposte adeguate e convincenti sulle scelte fatte”.

Ed è sui contenuti che si concentra Avanti Montevarchi: “Molti dei rilievi fatti dalla Corte dei Conti danno ragione a quanto avevamo sostenuto nei dibattiti di Consiglio Comunale sia relativo al Progetto sia per gli atti deliberati costitutivi della Società sotto istruttoria. Consigli Comunali nei quali una maggioranza che, sospettiamo, avesse scarsa o nulla conoscenza di quello che andava votando, usava, verso chi poneva riflessioni e problemi, parole sprezzanti e liquidatorie. Non che la cosa ci avesse stupito più di tanto. Fin dagli esordi delle amministrazioni Chiassai Martini l’atteggiamento verso le minoranze, esse stesse elette dai cittadini, è stato lo stesso. Accuse, offese, parole gravi, mai risposte sul merito delle questioni poste, mai verifiche delle azioni intraprese dal governo di Palazzo Varchi. Potremmo citare decine di casi di scelte approssimative, dispendiose e inutili per la città e il suo futuro. Potremmo citare decine di casi nei quali è stato attivato lo scaricabarile per azioni evidentemente sbagliate”.

“Ora – continua la nota – è arrivato il momento nel quale occorre tirare le somme di un periodo nel quale, a nostro avviso, si sono poste le basi perché Montevarchi non abbia, amministrativamente, un futuro tranquillo. Ed è arrivato il momento di cominciare a costruire una alternativa nuova a questa ‘classe dirigente’ al governo locale che ha dimostrato ampiamente di non essere all’altezza del compito. Puntando a dibattere delle cose reali e non delle formulette che li contraddistinguono e dalle quali non riescono a liberarsi. Chiedendo in prima battuta di avere risposte ai quesiti che poniamo e ai dati che produrremo. Cosa che né la Sindaca né i consiglieri di maggioranza amano (o non sanno) fare”.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati