02, Marzo, 2024

Una nuova veste per l’area di via Olimpia. Ecco i progetti per il centro di Incisa: via libera al restyling

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Approvati i progetti esecutivi. Verranno realizzati un ampio parcheggio, un’area sportiva in erba sintetica e un parco verde, con una nuova strada. Il costo si aggira intorno al milione di euro.

Via libera alla riqualificazione dell’area di via Olimpia a Incisa. Prima di Natale, l’amministrazione di Figline e Incisa ha infatti approvato i progetti esecutivi per due dei tre stralci dell’intero progetto.

Come annunciato dall’amministrazione al momento dell’approvazione del bilancio, questa serie di interventi “andrà a completare la riqualificazione del centro di Incisa (nel 2016 è stata inaugurata Piazza Auzzi) con la realizzazione di un ampio parcheggio, di un’area sportiva e di un parco da 6.450 metri quadri all’interno del quale sorgeranno giardini attrezzati per il tempo libero”.

Il primo lotto, si legge nella relazione illustrativa, prevede la realizzazione di una nuova strada di collegamento, due parcheggi pubblici, oltre all’ampliamento del marciapiede posto sul retro del circolo Arci a la realizzazione dell’attigua area giochi per bambini. Verranno realizzati 85 stalli complessivi di sosta per le auto e 19 per i motocicli.

Prevista anche una nuova strada che congiungerà via La Pira con via Olimpia e servirà a liberare l’attuale strada che costeggia l’Arno, che diventerà il percorso pedonale a servizio del parco. “La nuova strada – viene spiegato nel progetto – sarà a senso unico e dividerà l’area del parco pubblico dalla zona sportiva caratterizzata dal nuovo campo da calcio”.

Il nuovo impianto sportivo è invece inserito nel secondo lotto e prevede la realizzazione del campo da calcio in erba sintetica, due nuove piazzette pedonali sotto le arcate ed il parco pubblico, con la previsione di un’area per la sgambatura dei cani.  Il terzo stralcio, non ancora approvato, prevede invece opere idrauliche per la messa in sicurezza dell’area da eventuali esondazioni del fiume Arno.

Per quanto riguarda i costi, per il primo stralcio prevista una spesa complessiva di 470mila euro. Mezzo milione, invece, per il secondo.

Articoli correlati