18, Agosto, 2022

Uffici postali: dal 1 febbraio l’accesso con green pass. Intanto i sindacati avvertono: “Ogni giorno aggressioni ai lavoratori postali”

Più lette

In Vetrina

Arriva alla vigilia dell’introduzione dell’obbligo di green pass per l’accesso anche agli uffici postali, il grido d’allarme dei sindacati di settore sulla situazione dei lavoratori. “Ogni giorno – dicono Marco Nocentini di Slp-Cisl Toscana, Graziano Benedetti di Slc-Cgil e Silvia Cirillo di Uilposte – assistiamo a aggressioni verbali e fisiche nei confronti dei lavoratori postali; spesso sono le lavoratrici le più colpite. Tutto questo è inaccettabile. Chiediamo un maggior controllo da parte delle forze dell’ordine e chiediamo all’azienda maggiori investimenti e nuove modalità di accesso a tutela delle lavoratrici e dei lavoratori.”

“Negli ultimi mesi i tanti pensionamenti hanno ridotto gli organici in ogni ambito aziendale – proseguono Nocentini, Benedetti e Cirillo – e sul tema del personale in questi giorni si è aperta una trattativa a livello nazionale e anche a livello regionale abbiamo sollevato il problema chiedendo un incontro all’azienda. A questo si sono aggiunte sul territorio toscano centinaia di assenze legate al Covid-19, che hanno ovviamente avuto ripercussioni sul servizio, come del resto sta accadendo nel trasporto pubblico, negli uffici della pubblica amministrazione, in qualsiasi tipo di attività produttiva.”

“Dal 1 febbraio – concludono i tre segretari sindacali – sarà obbligatorio il green pass per accedere negli uffici di Poste Italiane, pertanto chiediamo ai cittadini sprovvisti di tale documento di evitare di provare ad entrare negli uffici postali, anche perché in tal caso sarà richiesto l’intervento delle forze dell’ordine.”

Intanto l’azienda ha diffuso le linee guida per il controllo della certificazione verde da domani. Poste Italiane ha attivato diverse modalità di controllo del Green Pass per consentire l’accesso alla rete dei 13 mila uffici postali in modo semplice e sicuro, nel rispetto degli obblighi stabiliti dal Decreto Legge 7 gennaio 2022, n.1. Negli uffici postali dotati di gestore delle attese i cittadini mostreranno all’ingresso il QR Code del Green Pass e, una volta riconosciutone il codice, il gestore attese consentirà di scegliere l’operazione e di prendere il ticket necessario per presentarsi allo sportello.

Negli altri uffici postali i cittadini dovranno mostrare il Green pass direttamente allo sportello per la verifica dell’operatore attraverso il lettore scanner che ne confermerà la validità in tempo reale, prima di procedere con i servizi richiesti. Infine, nei prossimi giorni per i cittadini che prenoteranno l’appuntamento utilizzando le App di Poste Italiane la verifica del Green Pass sarà eseguita dalla stessa App. Per coloro che invece prenoteranno sul sito Poste.it il controllo della certificazione verde avverrà direttamente in ufficio postale.

 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati