09, Agosto, 2022

Terminato il collettore delle acque reflue a Pieve a Presciano: intervento da 75mila euro

Più lette

In Vetrina

Sono terminati i lavori di sistemazione della rete fognaria a Pieve a Presciano, nel comune di Laterina Pergine Valdarno, realizzati da Nuove Acque. Grazie a questi interventi, le acque reflue della zona Est di Pieve a Presciano verranno convogliate al depuratore del luogo, consentendo l’eliminazione dello scarico libero che invece esisteva finora. Per la realizzazione degli interventi Nuove Acque, l’azienda che gestisce del servizio idrico integrato della provincia di Arezzo e parte della provincia di Siena, ha investito in totale 75mila euro.

Per il collettamento delle acque reflue al depuratore di Pieve a Presciano sono stati compiuti diversi lavori, come la realizzazione di una stazione di sollevamento fognario così da poter pompare le acque reflue nel versante dov’è presente il depuratore e due scolmatori di piena, oltre all’eliminazione dello scarico libero che interessava circa 30 utenze. Inoltre, nell’area di scavo della fognatura è stato sostituito anche l’acquedotto così da rinnovare anche l’infrastruttura idrica.

“Continua il nostro impegno – spiega Paolo Nannini, Presidente di Nuove Acque – per offrire in tutto il territorio un servizio sempre più valido, nel massimo rispetto dell’ambiente. Gli abitanti di Pieve a Presciano potranno godere i frutti di questo importante investimento attuato dall’azienda, con lo scarico libero presente in zona che è stato finalmente rimosso. Ringrazio l’amministrazione comunale, che ci ha fornito un importante supporto tecnico amministrativo e che ci ha consentito di ridurre al minimo i tempi di intervento ”.

“Si conferma una grande sinergia con Nuove Acque – afferma Simona Neri, sindaco di Laterina Pergine – che interviene costantemente sul nostro territorio e non solo per le manutenzioni ordinarie ma per migliorare e ottimizzare le reti idriche con grandi investimenti che negli ultimi anni ci hanno consentito di risolvere problemi noti, sia nelle zone residenziali che in quelle artigianali. Ringraziamo per la sua sensibilità il presidente Nannini che vanta una grande conoscenza di tutto il territorio e che ancora una volta ha concentrato le maestranze tecniche nella progettazione e nella realizzazione di un impianto che porterà benefici alla popolazione di Pieve a Presciano e soprattutto all’ambiente, eliminando uno scarico libero che prima si riversata sulle nostre belle campagne”.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati