29, Gennaio, 2023

Teatro Garibaldi: come richiedere i rimborsi degli spettacoli non fruiti

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Domande da inoltrare solo via mail entro il 5 dicembre, per richiedere il rimborso o donare la cifra corrispondente. Intanto, si lavora ad una proposta natalizia digitale

“Abbiamo aspettato di conoscere meglio l’evoluzione della situazione epidemiologica e dei relativi provvedimenti di contenimento che il Governo e le Regioni stanno portando avanti per contrastare gli effetti del Covid19. Ma, alla luce delle ultime disposizioni, e della situazione contagi in crescendo, abbiamo deciso di procedere con il rimborso dei biglietti e delle quote di abbonamento relativi a spettacoli non fruiti, nella speranza comunque di riprendere al più presto le nostre Stagioni di Prosa e Concertistica”

L’assessore alla Cultura, Francesca Farini, dà così il via alle richieste di rimborso riferite alla stagione teatrale 2019/20, che potranno essere effettuate solo via mail, utilizzando l’ apposito modulo (reperibile sul sito www.teatrogaribaldi.org) e inoltrandolo a teatrogaribaldi@comunefiv.it .

Due le modalità previstebonifico su conto corrente, sia per gli abbonati del turno A/C (che non hanno potuto assistere a due spettacoli su cinque) e del turno B/D (che non ne hanno visto uno solo su cinque) sia per i possessori di ticket singolo, acquistato in biglietteria o su TicketOne; richiesta di un voucher per la Concertistica, da riutilizzare per l’acquisto di biglietti di futuri concerti dell’Orchestra della Toscana (o di sue formazioni cameristiche) al Teatro comunale Garibaldi.

Le richieste di rimborso o di rilascio voucher vanno inoltrate – su apposito modulo, scaricabile dal sito www.teatrogaribaldi.org o in distribuzione a domicilio per gli abbonati – entro il 5 dicembre. È necessario allegare anche la propria carta d’identità. Per altre informazioni: 0559125247/0559125304

“Sappiamo tutti che la pandemia ha penalizzato economicamente molti settori, compreso quello culturale – continua l’assessore -. Chi lo desidera, quindi, potrà anche decidere di rinunciare al proprio rimborso e donarlo al Teatro Garibaldi, in caso di spettacoli di Prosa non fruiti, o all’Orchestra della Toscana, nel caso della Concertistica. Anche in questo caso, la donazione va comunicata a teatrogaribaldi@comunefiv.it. Appena possibile, renderemo pubblico l’elenco di tutti i donatori, in modo da ringraziarli uno ad uno per questo gesto di solidarietà. Intanto, per non sentire troppo la nostalgia del Teatro, stiamo lavorando ad una proposta natalizia digitale. Non sarà solo un modo per regalare ai nostri concittadini uno spettacolo ‘a portata di click’, ma anche per concludere un percorso progettuale (pluriennale e intersettoriale) a tema Cultura digitale, promozione del territorio e partecipazione. Alcuni dettagli sono in fase di definizione ma contiamo, nel giro di un mese, di metterli a punto e presentarli ufficialmente tramite i nostri canali istituzionali. Web e social in primis, naturalmente ”.

Articoli correlati