03, Marzo, 2024

Servizio pre-scuola: parte una nuova sperimentazione con personale educativo specializzato

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Cresce il numero dei bambini iscritti a questo servizio a Rignano, e così il Comune ha deciso di affidarlo a personale specializzato. A Troghi rimarrà invece la consueta collaborazione con l’Associazione Auser Verde Argento

Cambia in parte, con il nuovo anno scolastico, il servizio di pre-scuola negli istituti comprensivi del comune di Rignano. Si tratta di un servizio che l'Amministrazione fornisce, da anni, per le scuole primarie e secondarie di primo grado situate nel proprio territorio. Il pre-scuola è rivolto a chi ha necessità di accesso anticipato rispetto al normale orario di inizio delle attività didattiche, e consente l'ingresso degli studenti già dalle ore 7:30.

Per questo servizio, l'Amministrazione ha sviluppato negli anni una proficua collaborazione con l'Associazione Auser Verde Argento di Rignano che, tramite i propri volontari, ha sempre garantito il buon funzionamento di questo servizio.

Ma per l'anno scolastico 2019/2020 ci sarà una novità: i volontari Auser continueranno a fornire il proprio servizio alla scuola primaria di Troghi, mentre alla scuola primaria Dante Alighieri del capoluogo per la prima volta, visto l'elevato numero di iscritti, è stato deciso di affidare in via sperimentale la gestione del servizio a personale educativo specializzato. 

"L'Amministrazione, tramite opportuni controlli – spiega in una nota – si riserva di verificare, ed eventualmente uniformare, il servizio al termine del periodo di sperimentazione". In questa fase sperimentale, le tariffe per il servizio rimarranno invariate e i relativi oneri aggiuntivi saranno sostenuti dall'Amministrazione. 

"Con questa scelta il Comune di Rignano sull'Arno intende rispondere in maniera puntale e concreta alle necessità dei ragazzi e delle loro famiglie con l'attivazione di un'offerta sempre più qualificata e pronta ad affrontare le possibili problematiche che possono emergere in gruppi eterogenei di giovani studenti". 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati