29, Giugno, 2022

Scuole di Ambra, ordine del giorno in consiglio comunale: predisporre aree di manovra per agevolare la viabilità all’uscita degli alunni

Più lette

In Vetrina

Sulla questione è tornata la lista TerraNostra con un ordine del giorno, votato all’unanimità. Il documento chiede l’impegno al sindaco per completare la soluzione del cambio di ingresso nel plesso scolastico predisponendo anche aree di manovra delle auto dei genitori e familiari che aspettano gli alunni

Si torna a parlare della sicurezza degli alunni del plesso scolastico di Ambra in consiglio comunale a Bucine. Nella seduta di venerdì scorso, infatti, è stato approvato all’unanimità un ordine del giorno presentato dalla lista di opposizione TerraNostra per chiedere all’amministrazione di Bucine di predisporre la variazione d’ingresso e l’individuazione di opportune aree di manovra su via Raffaello Sanzio per le auto dei genitori e di coloro che vanno a prelevare gli alunni a scuola.
 
Un mese fa era intervenuto il Dirigente Scolastico per sottolineare che era già stata trovata la soluzione al problema della sicurezza dei ragazzi, comunicata ai genitori con una lettera nei mesi precedenti: da settembre, cioè dal prossimo anno scolastico, sarà disposto lo spostamento dell’ingresso e uscita degli alunni sulla laterale via Sanzio, invece che dal cancello sulla Provinciale 540.
 
Con il documento, i consiglieri di TerraNostra hanno sollevato al sindaco anche possibili problematiche legate alla nuova variazione: in particolare, eventuali disagi e ripercussioni sul traffico e viabilità di via Sanzio negli orari di ingresso e uscita degli alunni. Da qui la richiesta di una soluzione completa, non solo per l’uscita in sicurezza dei ragazzi, ma per individuare aree adiacenti al plesso scolastico da utilizzare per agevolare la sosta o la manovra delle auto.
 
Il primo cittadino Pietro Tanzini ha spiegato che con l’ufficio tecnico è già stato preso in esame l’eventuale problema di congestione della viabilità in corrispondenza delle ore di ingresso e uscita. “Premettendo che la Dirigenza ha autonomia decisionale su alcuni aspetti riguardanti la scuola, è stata pensata un’uscita diversa, dalla parte opposta, per i bambini che dovranno tornare con gli scuolabus".

"Per quanto riguarda invece l’area da individuare per facilitare la viabilità e la manovra dei veicoli, valuteremo tutte le opzioni possibili, tra cui anche l’eventuale utilizzo del terreno nel retro del plesso, di proprietà privata”.
Il documento, al termine della discussione e dopo una breve sospensione, è stato votato all’unanimità.
 

Articoli correlati