26, Settembre, 2022

Scuola, sociale, lavori pubblici: così l’amministrazione programma di spendere i 2 milioni di euro disponibili

Più lette

In Vetrina

Le variazioni al bilancio saranno discusse nel consiglio comunale di questa sera. Dei 2 milioni di euro disponibili, uno proviene dai maggiori finanziamenti sulla fusione; e un milione invece è l’avanzo di bilancio del 2015

Due milioni di euro da investire per l'Amministrazione comunale di Figline e Incisa, che questa sera in consiglio comunale presenta le variazioni di bilancio 2016. Due milioni di euro che sono il frutto di una doppia circostanza: da una parte, l'aumento del fondo per le fusioni, che ha portato nelle casse del comune unico circa 1 milione di euro in più; dall'altra, invece, c'è un cospicuo avanzo di bilancio del 2015, soldi non spesi e svincolati, per un altro milione di euro. 

L'Amministrazione Mugnai ha proposto di investire i soldi della fusione su quattro ambiti specifici, incrementando notevolmente le somme già stanziate con il bilancio di previsione: alla scuola, ad esempio, andranno altri 150mila euro per le manutenzioni e 50mila euro per l’acquisto di due scuolabus, mentre per il sociale sono previsti 230mila euro che serviranno per la nuova sede del Centro Aquilone, centro diurno per disabilità molto gravi. Sui Lavori pubblici, invece, previsto un investimento di 500mila euro per la realizzazione del progetto di riqualificazione di piazza Marsilio Ficino e infine 30mila euro sull’innovazione tecnologica.

Inoltre, grazie ai nuovi accertamenti stabiliti con l’introduzione del cosiddetto Bilancio armonizzato, l’Amministrazione potrà contare su un altro milione di euro che saranno destinati ad altre manutenzioni nelle scuole (140mila euro in più rispetto a quelli già previsti), per il progetto di recupero urbano di via Olimpia a Incisa (470mila euro in più), per gli impianti sportivi (55mila euro in più), per il rifacimento delle strade bianche (50mila euro in più), per le aree verdi (90mila euro in più), per la segnaletica stradale (85mila euro in più), e infine per l’abbattimento delle barriere architettoniche su strade e marciapiedi (100mila euro in più) ma anche nei giardini pubblici, in particolare attraverso la realizzazione di un giardino con giochi per bambini disabili, per un investimento da 25mila euro. 

“Questi sono i benefici della fusione dei Comuni e di una gestione attenta delle risorse pubbliche – è il commento della sindaca Giulia Mugnai, che presenterà stasera le proposte di variazione di bilancio – nei mesi scorsi abbiamo utilizzato 700mila euro di questi finanziamenti per il contenimento della pressione fiscale, ma adesso puntiamo in modo deciso sugli investimenti a partire da quattro settori strategici come scuola, sociale, innovazione e soprattutto lavori pubblici: grazie a queste risorse si potranno infatti realizzare nuove opere, incrementarne l’importo e anticiparne perfino la realizzazione”.
 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati