26, Giugno, 2022

Scambio “virtuale” con scuole di tutta Europa su eTwinning: l’esperienza degli studenti delle medie di Figline

Più lette

In Vetrina

Grazie ad un progetto in lingua inglese, gli studenti delle classi 1E, 1F, 1G e 1H della Scuola secondaria di primo grado del Comprensivo di Figline hanno potuto vivere una esperienza particolare, una sorta di scambio internazionale “virtuale” con cui confrontarsi con i coetanei di tante scuole diverse. A guidarli in questa esperienza sono state Laura Ruggiero e Cristina Parenti, docenti di lingua inglese: “Li abbiamo aiutati a realizzare il curriculo di inglese di classe prima in collaborazione con i partners e insieme a loro abbiamo scoperto funzioni, strutture linguistiche e lessico”.

E i giovani studenti hanno concluso questa esperienza raccontandola in un articolo che è, sottolineano le insegnanti, anche “un ringraziamento per l’esperienza vissuta insieme ad altri ragazzi lontani chilometri da noi ma vicini con un click”. Riportiamo integralmente l’articolo scritto dagli studenti valdarnesi.

Siamo gli alunni delle classi prime della scuola secondaria di primo grado dell’IC Figline Valdarno e desideriamo raccontare a tutti la nostra esperienza eTwinning di gemellaggio elettronico con alcune scuole turche, polacche, rumene, cecoslovacche e due scuole italiane, precisamente di Napoli e Messina. Per coloro che non sanno, eTwinning è una piattaforma online che permette agli alunni di conoscere partners europei comunicando, nel nostro caso, in lingua inglese e utilizzando il twinspace ovvero uno spazio social protetto dove pubblicare i nostri prodotti multimediali, chattare, incontrare virtualmente i nostri compagni europei.
Grazie al progetto “Have fun with words” molti di noi sono riusciti a migliorare le proprie capacità tecnologiche ma soprattutto hanno acquisito più sicurezza nell’ esprimersi in inglese… detto fra noi, ci ha aiutati a superare il timore di commettere errori!
Quando le professoresse ci hanno parlato per la prima volta di eTwinning eravamo tutti quanti un po’ spaventati, non avevamo idea di come sarebbe stata questa nuova esperienza di studio da realizzare insieme a partners così lontani da noi. Alla fine si è rivelata un’avventura nuova e divertente, perché abbiamo fatto tante conoscenze, lavorato soprattutto al computer, a casa e a scuola e così facendo abbiamo imparato ad utilizzare e a scoprire nuovi programmi digitali e apps anche molto difficili. Sono nate anche nuove amicizie.
Tutti noi siamo rimasti molto soddisfatti e con la voglia di partecipare ad un nuovo progetto per il prossimo anno. 
eTwinning è stata un’esperienza molto particolare perché ci ha permesso di svolgere le lezioni di inglese in maniera diversa e in compagnia dei nostri partners. Abbiamo migliorato il nostro livello di inglese senza utilizzare il libro di testo e ci siamo sentiti più vicini ai nostri partners europei soprattutto dopo questa terribile pandemia, che ci ha resi tutti molto tristi e isolati. Di eTwinning ci sono piaciuti soprattutto gli incontri online durante i quali abbiamo potuto chattare e chiacchierare liberamente in inglese; insomma abbiamo scritto questo articolo perché desideriamo far conoscere a tutti quanto sia stata interessante e bellissima l’esperienza di gemellaggio europeo e consigliare ad altre scuole di sperimentarla!

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati