15, Agosto, 2022

San Giovanni, presentato il bilancio di previsione ed il piano triennale delle opere pubbliche

Più lette

In Vetrina

Il sindaco di San Giovanni  Valentina Vadi, e gli assessori Paola Romei e Francesco Pellegrini hanno presentato il bilancio di previsione ed il piano triennale delle opere pubbliche 2022-2024 approvati nell’ultimo Consiglio comunale. Il bilancio di previsione vede 14,6 milioni di entrate e spesa corrente e 13,7 milioni di spese in investimenti (che diventano 20 milioni nel 2023) provenienti, in massima parte, da finanziamenti regionali o nazionali, anche legati al Pnrr, ed alla convenzione con Ferrovie dello Stato ed i comuni di Figline Incisa Valdarno e Cavriglia per il passaggio delle terre della Tav. Rimane invariata la pressione fiscale e sono mantenute tutte le esenzioni, facilitazioni e riduzioni per famiglie, esercizi commerciali e imprese.

“Il bilancio di previsione 2022, nonostante il permanere di una situazione di difficoltà economica legata alla pandemia, continua a presentare una crescita significativa sotto il profilo degli investimenti per il Comune di San Giovanni Valdarno – ha dichiarato il sindaco Valentina Vadi – Il 2022 vedrà un impegno importante della amministrazione comunale sul versante del decoro e della sicurezza urbana con un corposo programma di asfaltature delle strade comunali (con l’intervento nella Sr69) e di manutenzione del verde pubblico. Saranno sviluppate progettualità nell’ambito del sociale, della istruzione, dell’ambiente e della cultura che vedrà concretizzarsi il progetto espositivo degli ‘Uffizi diffusi’. Gli investimenti riguarderanno il quartiere del Ponte alle Forche – Porcellino, quello che più di tutti sta subendo gli effetti del passaggio quotidiano dei treni della Tav, con la realizzazione di una pista ciclabile di collegamento con il centro cittadino e con il Comune di Cavriglia (ciclopista del Chianti) con una riqualificazione complessiva di marciapiedi e manto stradale, il secondo lotto della ciclopista dell’Arno con la realizzazione della ciclabile nel tratto San Giovanni – Montevarchi, e la riqualificazione di viale Gramsci, con il rifacimento dei marciapiedi e della sede stradale e la messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali. Sempre nell’ambito degli investimenti sono previsti il completamento del Teatro Comunale che acquisirà le caratteristiche di teatro territoriale, con il finanziamento ricevuto nell’ambito del Pnrr, i progetti legati alla mitigazione del rischio idraulico (Borro al Quercio, fiume Arno), il nuovo polo scolastico 0-6 alla scuola Caiani, la copertura di Palazzo Corboli, la messa in sicurezza di alcune strade comunali con la realizzazione di nuovi attraversamenti pedonali illuminati grazie ad un finanziamento statale. Il progetto del giardino all’anno riguarderà nel 2022, la realizzazione di un giardino con giochi per bambini nel quartiere Oltrarno”.

“Sin dal nostro insediamento – continua Valentina Vadi – abbiamo lavorato sulle progettazioni consapevoli che un ente come il nostro può fare investimenti soltanto con contributi che provengono da enti sovraordinati (Regione, Governo, Unione Europea) e che questi possono arrivare solo avendo in mano delle progettazioni. Si apre un periodo ricco di opportunità anche per il nostro Comune legato non soltanto al Pnrr, ma anche ai contributi per il passaggio delle Terre della Tav e ai contributi per la realizzazione della terza corsia dell’autostrada: tante risorse, tanti progetti che hanno già una copertura economico – finanziaria e la responsabilità, che sentiamo molto forte come amministratori pubblici, di riuscire a gestire queste risorse nel modo migliore, ad esclusivo vantaggio della comunità cittadina”.

Paola Romei, vicesindaco ed assessore al bilancio: “Sul lato della spesa corrente, pur in costanza di entrate, vedono la realizzazione progetti importanti. Oltre all’ordinaria gestione dei servizi per la cittadinanza, importante lo stanziamento per la cura delle aree verdi e gli investimenti per la manutenzione del fondo stradale. Rilevanti i progetti ambientali che andranno in attuazione sull’igiene urbana e in ambito ‘Carbon neutral’ con la piantumazione e la realizzazione delle ciclabili. Sul sociale, oltre alla fondamentale assistenza ai minori ed alle famiglie che viene portata avanti in continuità con gli anni precedenti, la nuova gara per l’assistenza domiciliare ed educativa ha visto l’introduzione del centro educativo pomeridiano che sarà attivato per i minori di 14 anni e sarà aperto tutti i giorni dal lunedì al venerdì, dalle 14,30 alle 18,30 al pian terreno della scuola media Masaccio con personale educativo esperto. Tutta l’attività in ambito del sociale – prosegue Paola Romei – ha visto l’impostazione di un modello di welfare civile che coinvolge istituzioni scolastiche, associazioni e persone della società civile in progetti di recupero di povertà educativa ed inclusione sociale dei giovani particolarmente penalizzati dalle conseguenze della pandemia”.

In arrivo inoltre nuove convenzioni e progettazioni per la riqualificazione e la gestione degli impianti sportivi oltre ad iniziative condivise con le società sportive per riportare lo sport nella città e negli spazi condivisi.

“Non meno importanti le azioni in ambito culturale con l’innalzamento qualitativo e la differenziazione degli eventi diffusi anche grazie alla collaborazione delle associazioni cittadine. Iniziative culturali settimanali sia per i piccoli che per gli adulti si svolgeranno a Palomar, la Casa della cultura di San Giovanni Valdarno. Procederemo inoltre alla valorizzazione dei musei cittadini mediante l’arricchimento dei contenuti e la partecipazione del Museo delle Terre Nuove al progetto degli Uffizi Diffusi. L’auspicio – conclude il vice sindaco e assessore al bilancio – è che, come successo per la parte infrastrutturale, anche nella parte corrente possano arrivare finanziamenti statali che permettano di migliorare la qualità dei servizi per la città”.

Il piano triennale delle opere pubbliche è stato presentato dall’assessore ai lavori pubblici e alla pianificazione strategica Francesco Pellegrini.

“Questo strumento rappresenta un concreto e importante impegno dell’Amministrazione per investire sulla trasformazione del nostro territorio, descrivendo un investimento complessivo nel triennio superiore ai 30 milioni. Una programmazione resa possibile anche grazie al lavoro fatto, sin dall’inizio di questa consiliatura, sulla progettazione finalizzata alla ricerca di finanziamenti sovra comunali. Un lavoro necessario, in un contesto molto stringente come quello del bilancio del comune di San Giovanni, che mostra adesso i suoi primi risultati importanti”.

Il piano prevede importanti interventi: 273.000 euro sono stanziati per il rifacimento della copertura di palazzo Corboli, 2.800.000 euro per la manutenzione straordinaria del Teatro Bucci, 2.300.000 euro per la realizzazione del nuovo polo scolastico 0-6 (finanziamento ministeriale in attesa di conferma) 300.000 euro per la messa in sicurezza del Borro al Quercio. E ancora, 2,5 milioni di euro nelle infrastrutture per il completamento della ciclopista dell’Arno e la ricucitura dei rami secondari e ulteriori 2,5 milioni di euro per la riqualificazione di viale Gramsci e dell’anello viario tra i due ponti attraverso la risistemazione del manto e il potenziamento della rete di ciclabili. Previsti 1 milione di euro per la riqualificazione dell’area sportiva e 7 milioni di euro per la mitigazione del rischio idrogeologico sul fiume Arno e sul reticolo idrografico minore. Investimenti importanti a cui si affiancano quelli nella spesa corrente per la manutenzione del patrimonio: nel triennio 2022-2024, 600.000 euro per il nuovo accordo quadro sulle asfaltature che si aggiungono ai 500.000 euro programmati per l’intervento di manutenzione straordinaria sulla strada regionale 69 e i 240.000 euro per il finanziamento e per la manutenzione delle aree verdi.

“Questo piano – conclude l’assessore Francesco Pellegrini – rappresenta sicuramente un programma di interventi ambizioso la cui attuazione, seppur condizionata dalla disponibilità di risorse finanziarie, ritrae la volontà di questa amministrazione di lavorare nella prospettiva di un disegno generale di città che non sia limitato dalle risorse proprie ma che lavori per continuare ad attrarre nuovi finanziamenti con progetti di valore inquadrati in un contesto generale di sviluppo sostenibile”.

Articoli correlati