09, Agosto, 2022

San Giovanni e Cavriglia ricordano gli Eccidi di Santa Lucia. Poi le celebrazioni del 25 aprile

Più lette

In Vetrina

Presenti i sindaci Valentina Vadi e Leonardo Degl’Innocenti o Sanni ed il presidente di Anpi Valdarno Giuseppe Morandini

Il giovane comandante Gian Maria Paolini, medaglia d’argento e della Resistenza, e i due partigiani Settimio Berton e Francesco Fiscaletti furono fucilati dai fascisti il 24 luglio del 1944, tre mesi prima della Liberazione di San Giovanni. Ogni anno San Giovanni, Cavriglia e Anpi Valdarno ricordano insieme quel brutale eccidio davanti al cippo a loro dedicato.

Anche questa mattina Valentina Vadi, Leonardo Degl'Innocenti o Sanni e Giuseppe Morandini si sono ritrovati al cippo di Santa Lucia ed hanno lasciato una corona d'alloro.

Assenti, a causa della pandemia, gli studenti che ogni anno hanno fatto da corollario all'intera celebrazione.

 

Dopo Santa Lucia, poi, le celebrazioni si sono spostate davanti al nostro palazzo Comunale di Cavriglia dove è stata deposta un'altra corona per celebrare i caduti. E' stato ricordato anche un altro 24 aprile: l'inizio delle deportazioni e dello sterminio degli armeni da parte dell'Impero ottomano nel 1915, esattamente 106 anni fa.

Domattina poi verrà deposta una corona anche al Monumento ai Caduti della Resistenza a Castelnuovo dei Sabbioni, e domani sera alle 21 sulla pagina facebook ufficiale del Comune sarà proiettato il documentario “Nikolaj Bujanov: un capriccio italiano” sul giovane partigiano russo che morì proprio nella nostra terra.

 

 

Articoli correlati