02, Luglio, 2022

IL SONDAGGIO DI VPOST

Dove vorresti fosse organizzato il mercato settimanale del tuo comune?

IL SONDAGGIO DI VPOST

Dove vorresti fosse organizzato il mercato settimanale del tuo comune?

San Giovanni, approvato il bilancio consuntivo 2021: diminuzione del debito e attrazione dei fondi sovraordinati

Più lette

In Vetrina

Diminuzione del debito, diminuzione dei tempi di pagamento verso terzi, nessun ricorso all’anticipazione di cassa, capacità di attrazione dei fondi sovraordinati, esenzione totale della Tari per i residenti della Badiola e ristoro per le attività commerciali di Ponte alle Forche. Sono i punti spiegati dall’assessore al bilancio Paola Romei nel corso del consiglio comunale di San Giovanni incentrato sul bilancio consuntivo 2021.

“Il bilancio consuntivo del 2021 conferma una gestione attenta dei conti pubblici da parte della amministrazione comunale, con alcune evidenti azioni positive messe in atto, dalla diminuzione del debito, alla diminuzione dei tempi di pagamento verso terzi, al non ricorso all’anticipazione di cassa, all’aumento della capacità di attrazione di fondi sovraordinati che rende i conti comunali in netto miglioramento” ha dichiarato Valentina Vadi, sindaco del Comune di San Giovanni Valdarno.

“Anche durante il 2021 – ha commentato a margine della presentazione l’assessore Paola Romei – seppur ancora forte l’impatto della pandemia, abbiamo proseguito nell’opera di risanamento dei conti, mantenendo ed anzi innalzando la qualità dei servizi resi ai cittadini”.

Altro argomento all’ordine del giorno era l’approvazione delle tariffe della tari per l’anno 2022. “In termini percentuali il comune di San Giovanni Valdarno vedrà un aumento effettivo di +3,77 in linea con i dati di ambito. Il rincaro è dovuto ai costi dei servizi effettuati nel periodo Covid dal gestore e dal conguaglio dell’anno precedente.
L’Amministrazione di San Giovanni Valdarno ha confermato tutte le agevolazioni per i soggetti e le famiglie con situazioni di fragilità introducendo particolari aiuti per i residenti di determinate zone del comune”.

“Per quanto concerne le tariffe della tari – ha spiegato il sindaco di San Giovanni Valentina Vadi – abbiamo fatto la scelta di mantenere l’esenzione totale per i residenti alla Badiola fino alla chiusura di Podere Rota al conferimento dei rifiuti urbani prevista per la fine di giugno (con residualità eventuali al 15 luglio), nonostante non vi fosse più la copertura economica della convenzione con il Comune di Terranuova Bracciolini, così come abbiamo scelto di introdurre una forma di ristoro, sempre a valere sulla tari, per le attività commerciali del Ponte alle Forche che subiscono un disagio determinato dal passaggio dei treni Tav. In questo modo abbiamo riconosciuto la condizione di straordinarietà di queste due zone di San Giovanni Valdarno dando un segnale concreto di attenzione verso i cittadini e verso le attività economiche. Ringrazio l’assessore e vicesindaco, Paola Romei per l’azione di indirizzo e di coordinamento e gli uffici comunali per il lavoro costante, preciso ed attento che hanno svolto”, ha concluso il sindaco.

“Pur dovendo prendere atto della politica tariffaria definita da Arera – ha aggiunto il vice sindaco e assessore al bilancio Paola Romei – abbiamo mantenuto le agevolazioni esistenti, introducendone di specifiche anche in relazione agli importanti progetti che si realizzeranno da qui ai prossimi anni”.

Articoli correlati