18, Maggio, 2024

Ruba gioielli alla donna che lo ospita in casa e li rivende ad un compro-oro: denunciato un 40enne

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

L’uomo era un conoscente della figlia della donna che gli ha offerto ospitalità per poche notti, lo scorso autunno. A distanza di settimane, la scoperta: erano spariti tutti i gioielli. I carabinieri di Levane hanno ricostruito la vicenda e denunciato l’uomo per furto aggravato e ricettazione

Aveva rubato tutti i gioielli custoditi in camera da letto della signora che lo aveva ospitato per qualche giorno, per poi rivenderli ad un compro-oro: per questo un 40enne è stato denunciato dai carabinieri di Levane con le accuse di furto aggravato in abitazione e ricettazione. 

I fatti risalgono allo scorso autunno. L'uomo, un pregiudicato originario della provincia di Trento ma da tempo in Valdarno, era un conoscente della figlia della donna derubata. In quelle settimane diceva di attraversare un periodo di difficoltà economica, e di non riuscire a trovare un posto dove dormire: per questo la donna lo aveva ospitato, per poco più di una settimana, in casa sua, per dargli il tempo di trovarsi una sistemazione. 

Poi se n'era andato e non aveva più dato sue notizie. A distanza di settimane la donna, parlando con la figlia, aveva scoperto che il 40enne era rimasto coinvolto in alcuni furti di gioielli: è corsa a controllare quelli custoditi in casa sua, e ha fatto l'amara scoperta. Non c'era più nulla, spariti oggetti per un valore di circa 6mila euro. Immediata la denuncia ai carabinieri di Levane, il sospetto era proprio sull'uomo ospitato. 

I militari hanno dato il via alle indagini partendo dai compro-oro del territorio: e in poco tempo hanno trovato le prove che il colpevole fosse lui. Il pregiudicato trentino si era recato presso un compro-oro di Montevarchi, al quale aveva venduto proprio i gioielli rubati. Il 40enne è stato deferito alla Procura della Repubblica di Arezzo per furto in abitazione aggravato e per ricettazione. Sono in corso ulteriori accertamenti per verificare se sia possibile recuperare almeno parte della refurtiva.

 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati