26, Settembre, 2022

Rotatoria nell’area produttiva di Levane, passi avanti per il progetto. Soddisfatte le categorie economiche del Valdarno

Più lette

In Vetrina

Soddisfazione del Comitato delle Categorie Economiche dopo il recente incontro con i sindaci di Montevarchi, Chiassai Martini, e Bucine, Benini: l’accordo per la realizzazione della rotatoria a Levane c’è, la progettazione è a carico di Montevarchi mentre della realizzazione si occuperà Bucine

La rotatoria nell'incrocio della zona produttiva di Levane, zona particolarmente a rischio di incidenti stradali, si farà: l'accordo è stato raggiunto fra i comuni di Montevarchi e di Bucine, che in passato si erano trovati invece su posizioni molto distanti e che sembravano inconciliabili. La notizia dello sblocco della situazione è stata confermata alle Categorie Economiche del Valdarno, che esprimono soddisfazione. 

"Il recente incontro con i sindaci di Montevarchi, Silvia Chiassai Martini, e Bucine, Nicola Benini, ha sancito l'accordo per la realizzazione della rotatoria a Levane al confine tra i due Comuni, all'altezza delle aree industriali", scrivono i rappresentanti delle categorie economiche in una nota. "Dopo la progettazione fatta dal Comune di Montevarchi, la rotatoria verrà realizzata dalla amministrazione di Bucine, per accordi tra le parti". 

Il Comitato richiedeva questa opera ormai da molto tempo: "La situazione di quell'incrocio è ormai non più sostenibile, sia negli orari di punta di uscita dalle numerose aziende, che durante la giornata e spesso si verificano incidenti anche piuttosto gravi; prima che la situazione produca qualche danno irreparabile è necessario intervenire". A dirlo sono i presidenti del Valdarno di CNA (Fabio Mascagni), Confindustria (Egisto Nannini), Confartigianato (Maurizio Baldi), Confapi (Carlo Cioni), Confcommercio (Federica Vannelli) e Confesercenti (Laura Di Loreto), rappresentati dal portavoce del Comitato delle Categorie Economiche, Emiliano Taranghelli.

"Finalmente – spiegano nella nota congiunta – dopo diverse sollecitazioni abbiamo ottenuto l'impegno degli amministratori alla realizzazione, presumibilmente nel 2020, di questa piccola infrastruttura che dovrebbe rendere più fluida l'immissione nelle strada principale e quindi facilitare lo scorrimento del traffico in quel nodo. Le infrastrutture – concludono – sono indispensabili per mantenere alta la competitività del nostro territorio, insieme all'importante lavoro che svolgono ogni giorno le imprese".

E proprio per questo motivo il Comitato sta adesso rivolgendo l'attenzione anche su due altri interventi che potrebbero migliorare notevolmente le viabilità del Valdarno: la viabilità di collegamento tra la rotatoria del Ponte Leonardo e Via Piave a Montevarchi, e la viabilità del tratto nord di San Giovanni, ovvero il progetto del Tunnel del Porcellino. 

 

 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati