15, Agosto, 2022

Rimandate ufficialmente le amministrative, 30 i Comuni toscani in attesa di votare, due sono in Valdarno

Più lette

In Vetrina

Reggello e Montevarchi andranno al voto in autunno, la data ancora da definire: stato per ufficializzato il rinvio, visto che inizialmente le elezioni erano previste a fine primavera

Era già stato anticipato, ma ora è ufficiale: le elezioni amministrative 2021, in precedenza previste per fine primavera, sono state rimandate al prossimo autunno. Il rinvio è stato deciso in considerazione della pandemia in corso. 

In Toscana sono 30 i comuni che vanno al voto, di cui 23 a scadenza naturale e 7 commissariati o decaduti: e tra questi ci sono anche due comuni valdarnesi. Si tratta di Montevarchi, con la giunta Chiassai Martini che è alla fine del mandato e dunque a scadenza naturale; e del comune di Reggello, che invece anticipa di un anno la chiamata alle urne dopo la decadenza da sindaco del primo cittadino Benucci, eletto in Consiglio regionale. 

Se dunque il rinvo ora è ufficiale, sul fronte politico ci sono invece poche certezze. A Montevarchi la prima cittadina uscente Silvia Chiassai Martini è pronta a guidare per la seconda volta la coalizione con cui è stata eletta, candidandosi dunque per il secondo mandato; meno chiaro con chi si confronterà, visto che dal fronte del centrosinistra per ora non trapela nulla di ufficiale. Si lavorerebbe ad una coalizione unita, per fronteggiare Chiassai, ma niente è ancora delineato al momento. Ricordiamo che cinque anni fa Chiassai ottenne la vittoria al secondo turno, al ballottaggio contro il candidato del centrosinistra Ricci, dopo un primo turno che aveva visto contendersi i voti cinque candidati, tra cui il sindaco uscente Grasso che aveva 'rotto' con il Pd. 

A Reggello non ci sono conferme ufficiali ancora, ma il vicesindaco Pd Piero Giunti, che al momento svolge le funzioni di sindaco reggente, sarà il candidato a successore di Benucci. Anche in questo caso non trapela molto sul fronte delle opposizioni: quattro anni fa i candidati sindaci erano stati ben sei, tra cui (oltre a Benucci alla guida della coalizione di centrosinistra) uno del M5S, uno del centrodestra, uno della sinistra e due di movimenti civici. 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati