02, Dicembre, 2022

Rally di Reggello sempre più vicino: ecco i dettagli del percorso

Più lette

In Vetrina

Si correrà sullo stesso tracciato del 2013: partenza da Piazzale Michelangelo, otto prove speciali tra Reggello, Incisa, Rignano, Pian di Scò e Cavriglia per un totale di 71 km cronometrati

Formula che vince non si cambia: è tutto pronto per il 7° Rally di Reggello e Valdarno Fiorentino che il prossimo 6 e 7 settembre si correrà sullo stesso tracciato di un anno fa. Iscrizioni aperte dal 6 agosto al 1 settembre. Ecco i dettagli sulle otto prove speciali.

Il rally – o, per meglio dire, i due rallies: confermatissima anche la corsa per auto storiche Coppa Città dell’olio – si corre su un totale cronometrato di 71,9 km che salgono a ben 358,85 se vi si aggiungono i trasferimenti. Per il terzo anno consecutivo la partenza sarà da Piazzale Michelangelo a Firenze, in una delle piazze più suggestive del mondo. I riordinamenti restano all’outlet Fashion Valley di Leccio.

Queste le otto prove speciali. Si parte con la “Rignano/Incisa – Tognaccini Noleggi”, 8,8 km da Cellai verso San Michele, fino a Poggio alla Croce. I 15 chilometri esatti della “Reggello – Hotel Archimede” varranno come prova speciale numero 2 e 5: da Ponte all’Olivo lungo la Castellina fino a Cancelli, poi Sant’Agata e Pietrapiana per salire fino al traguardo del Saltino. Prova speciale 3 e 6 sarà ancora la “Pian di Scò – Fashion Valley”, 5,8 km partendo appena fuori dall’abitato di Pian di Scò e correndo lungo al Setteponti in direzione Reggello, dove si trova il traguardo.

Due le prove speciali “Cavriglia – Resti Spa Extensive”, la 4 e la 7. Da Castelnuovo dei Sabbioni si prosegue verso Massa dei Sabbioni e da lì ancora in salita per altri quattro chilometri fino all’arrivo al Parco Naturale di Cavriglia, per un totale di 6,3 km. Chiude la prova speciale 8 “Sant’Agata – Giusti e Torricelli), versione accorciata della piesse 2-5 con il traguardo avvicinato in località Pietrapiana.

Nel 2013 i vincitori furono Tobia Cavallini e Sauro Farnocchia a bordo di Ford Fiesta Rrc tra le moderne e Brunero Guarducci e Paolo Monti su Opel Ascona 400 tra le “storiche”. Per i campioni in carica, come consuetudine, l’iscrizione alla prossima edizione sarà gratuita.

Articoli correlati