28, Novembre, 2022

Progetto Oxy: con la Misericordia dalle materne alle medie per essere cittadini consapevoli

Più lette

In Vetrina

Al circuito ciclistico di Bellosguardo, nel comune di Cavriglia, si è tenuta la giornata conclusiva del progetto Oxy organizzato dalla Misericordia di San Giovanni sezione di Cavriglia e rivolto ai bambini delle scuole materne, elementari e medie del territorio. Due le esercitazioni

Lo scopo non è stato quello di insegnare come intervenire in caso di emergenza ma come comportarsi per aiutare chi ha bisogno. È stato questo lo spirito del progetto Oxy organizzato dalla Misericordia di San Giovanni sezione di Cavriglia, in accordo con il comune, l'istituto comprensivo e la centrale operativa del 118,  e rivolto ai bambini delle scuole materne, elementari e medie del territorio. Un progetto portato avanti tutto l'anno, impreziosito dalla realizzazione di disegni sul tema dell'emergenza sanitaria e culminato in due esercitazioni tenutesi nell'area del circuito ciclistico di Bellosguardo a Cavriglia.

"Il progetto si è sviluppato durante l'anno nelle scuole materne, elementari e medie. Lo scopo è stato quello di insegnare come utilizzare le risorse a disposizione: il 118, i vigili del fuoco, polizia municipale, vigili urbani, carabinieri, polizia. La nostra finalità è quella di creare cittadini consapevoli", ha spiegato Patrizia Alunno tra gli organizzatori del progetto. 

Il Progetto OXY Misericordia Di San Giovanni sezione Cavriglia ha avuto dunque lo scopo di formare i bambini e i ragazzi in età scolare all’approccio con l’emergenza sanitaria. Obiettivo non è stato quello di avere mini soccorritori, ma bambini informati che potranno essere domani dei cittadini consapevoli.

Nei gazebo istituzionali, posizionati nel piazzale erano presenti, oltre alla Misericordia di San Giovanni sezione di Cavriglia, la polizia municipale, il corpo forestale dello stato, la guardia di finanza. Nello spazio circostante con i propri mezzi: carabinieri, polizia, vigili del fuoco, Gaib e La Racchetta.

Per meglio far comprendere l'importanza di segnalare le emergenze e delle attività svolte dalle realtà del territorio sono state organizzate due esercitazioni. La prima riguardava un incidente stradale con tanto di ferito incastrato tra le lamiere di un'ape che ha visto intervenire polizia municipale, vigili del fuoco e 118, la seconda, invece, un uomo colpito da infarto che ha necessitato dell'uso del defibrillatore.  

L'incidente stradale

L'infarto

Articoli correlati