28, Giugno, 2022

Presentata in Provincia la candidatura di Silvia Chiassai Martini alla guida della lista “Comuni per la Provincia”

Più lette

In Vetrina

Il sindaco di Montevarchi, che è candidata alla presidenza provinciale nelle elezioni di mercoledì 31 ottobre, sottolinea: “Puntiamo ad uno storico cambiamento, siamo alternativi al sistema di potere del Pd”

È stata presentata venerdì scorso, nella sede della Provincia di Arezzo, la candidatura di Silvia Chiassai Martini alla presidenza provinciale, alla guida della lista "Comuni per la Provincia". Una lista che riunisce consiglieri e sindaci eletti in liste civice o di centodestra, "alternative al Pd", come ha sottolineato Chiassai.

“La mia è una candidatura di sevizio – ha sottolineato il sindaco di Montevarchi – l’obiettivo era quello di portare avanti le battaglie fatte negli ultimi due anni e creare l’opportunità di uno storico cambiamento. Per questo si sono riunite intorno alla mia figura tutte quelle realtà civiche e partitiche, alternative al sistema di potere del Pd. Potremo per la prima volta riuscire a cambiare il colore amministrativo della nostra provincia, permettendo una alternativa, un modo di amministrare diverso e non legato a sistemi partitici di potere".

"La mia faccia – ha aggiunto – rappresenta in realtà un gruppo di sindaci e consiglieri che portano avanti un progetto di amministrazione differente”. La lista “Comuni per la Provincia” ha come candidati Scapecchi Federico, Lucacci Ezio, Rivi Alessandro, Piomboni Angiolino, Morbidelli Marco, Migliore Rosaria, Seghi Laura, Carlettini Giovanna, Bardelli Roberto, Luzzi Marcella.

Parlando dell'ente provinciale e degli obiettivi di programma, Chiassai ha aggiunto: "Sappiamo che la riforma Del Rio ha messo in ginocchio le province tagliando i fondi, ma siamo convinti che per funzioni importanti come scuole e manutenzioni delle strade siano necessari i dovuti finanziamenti: noi abbiamo la possibilità di chiedere ciò che è giusto in termini di risorse. La programmazione della provincia sarà basata sul dialogo con i sindaci, i comuni, i territori". 

"La provincia – ha concluso la candidata presidente – deve essere la casa dei comuni, e per questo la nostra lista è composta da consiglieri che arrivano da ogni zona, puntiamo ad una collaborazione stretta con le amministrazioni comunali condividendo con loro le priorità. Le risorse, anche se pochi, possono essere gestite int anti modi: io credo che riuscire a soddisfare le esigenze del territorio sia la cosa più importante”. 

 

 

Le elezioni si svolgeranno mercoledì 31 ottobre, e saranno di secondo livello così come voluta dalla legge n. 56/2014, che ha trasformato l’ente provinciale: ad esprimere le preferenze saranno chiamati infatti 493 tra Sindaci e Consiglieri comunali eletti nei 36 Comuni del territorio. Le urne saranno aperte dalle 8 alle 20 nell'unico seggio, allestito nella sala “Amintore Fanfani” del Palazzo della Provincia ad Arezzo. Chiassai sfiderà la lista “Centrosinistra per Arezzo” collegata al candidato Presidente Ginetta Menchetti . 

 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati