28, Settembre, 2022

“Modella per una notte… donna per sempre”: pazienti oncologiche sfilano con abiti da sposa vintage

Più lette

In Vetrina

L’iniziativa è in programma giovedì prossimo 13 giugno alle 21,30 a Montevarchi, all’Anfiteatro della Ginestra. L’iniziativa ha l’obiettivo di raccogliere fondi per ANDOS e di sensibilizzare le donne affinché si sentano belle nonostante il tumore alla mammella

“Modella per una notte… donna per sempre”. Le pazienti seguite dall’Oncologia del Valdarno salgono sul palco e sfilano con abiti da sposa vintage. L’iniziativa è in programma giovedì prossimo 13 giugno alle 21,30 a Montevarchi, all’Anfiteatro della Ginestra ed è organizzata da Andos Valdarno, Associazione nazionale donne operate al seno, con il patrocinio della Asl Toscana sud est e del Comune di Montevarchi.

Si tratta della sesta edizione e sarà presente anche Aleandro Baldi. Ingresso ad offerta libera, con il ricavato interamente devoluto all'ANDOS Valdarno per portare avanti numerose iniziative.

“Il messaggio che lanciamo è chiaro: la bellezza è di tutte le donne, anche e soprattutto di quelle che hanno sofferto di gravi malattie e che stanno lottando – spiega Simona Scali, direttore facente funzione dell’Oncologia alla Gruccia – L’obiettivo è di promuovere un messaggio di solidarietà e speranza. 20 pazienti del nostro reparto, tutte affette da tumore al seno, sfilano in passerella in abiti da sposa vintage, generosamente messi a disposizione dalla popolazione valdarnese, come testimonial di bellezza, femminilità e coraggio. Anche dopo un'esperienza che ti colpisce nel corpo e nella psiche, è possibile guardarsi allo specchio con un sorriso e mostrarsi con orgoglio”.

Sono 100, ogni anno, le donne in Valdarno affette da neoplasia della mammella. Dopo la diagnosi radiologica e istologica e dopo una valutazione del GOM (Gruppo oncologico multidisciplinare) ognuna viene avviata o a chirurgia e successiva terapia oncologica specifica o, se non operabile, a terapia oncologica primaria. La paziente viene seguita dagli oncologi durante le cure e poi nel lungo follow-up (almeno 10 anni: vengono fatte in Valdarno circa 450 viste di controllo per il tumore al seno all'anno). All'Oncologia del Valdarno è a disposizione delle pazienti anche un servizio di psico-oncologia, la valutazione fisiatrica per la riabilitazione dell'arto superiore dopo la chirurgia e un servizio di consulenza genetica nei casi di sospetta neoplasia ereditaria.

L’Azienda sanitaria trova un supporto importante in ANDOS la onlus che opera in Valdarno dal 2012 per sostenere fisicamente e psicologicamente le donne affette da tumore al seno in tutte le fasi della malattia e che organizza per queste un numro variegato di iniziative come quella di giovedì sera.

 

Articoli correlati