06, Ottobre, 2022

Misericordia: per rispondere in maniera adeguata alle esigenze della gente serve un nuovo mezzo

Più lette

In Vetrina

La Misericordia di Castelfranco, fondata nel 1824, lancia un appello alla popolazione e alle aziende per l’acquisto di una nuova ambulanza

Dal 1824 la Misericordia di Castelfranco aiuta le persone in difficoltà e interviene con i propri volontari per soccorrere i cittadini, senza mai chiedere niente. Adesso è lei che ha bisogno dell'aiuto della gente. Per garantire, infatti, il servizio svolto fino ad oggi con il 118 ha necessità di una nuova ambulanza.

Sono 50 i volontari che mettono a disposizione degli altri la propria attività e il proprio tempo libero e che si avvalgono per questo di un parco mezzi composto da 2 ambulanze, 2 doblò attrezzati, un pulmino, 2 autovetture e un furgone per l'impresa funebre. Ma una delle due ambulanze ha ormai superato i limiti di legge e presto non potrà più svolgere servizio di emergenza. La Misericordia di Castelfranco, dunque, deve acquistare un nuovo mezzo per coprire i turni del 118.

L'appello viene rivolto alle aziende e ai cittadini del territorio: il costo del nuovo mezzo non può essere coperto dai servizi svolti. Serve, insomma, l'aiuto di tutti.

Chiunque voglia contribuire può farlo attraverso il conto corrente aperto presso la Banca del Valdarno di Castelfranco. Iban: IT50H0881105453000000303005. Per ogni informazione: 0559149699

 

Articoli correlati