19, Agosto, 2022

Mezzo d’opera prende fuoco sui binari della galleria di San Donato: l’esercitazione della scorsa notte

Più lette

In Vetrina

Verificare in caso di emergenza l’efficacia delle procedure, dei tempi di risposta, e del coordinamento delle strutture sul territorio, mettendo in pratica l’addestramento periodico del personale ferroviario e degli Enti e delle istituzioni coinvolti nelle operazioni di soccorso: è con questi obiettivi che, la scorsa notte, il Gruppo FS Italiane e i Vigili del Fuoco del comando provinciale di Firenze sono stati impegnati in una esercitazione nella galleria di San Donato, sulla linea Direttissima Firenze – Roma. Tutto curato anche nel rispetto delle norme anti-pandemia.

Durante le ore notturne, a traffico ferroviario fermo, si è dunque simulato l’incidente: un mezzo d’opera per il controllo dell’infrastruttura, attività svolta sulla linea Direttissima Firenze – Roma, mentre è in trasferimento da Firenze Campo Marte al Bivio Valdarno Nord, alle 23.50 in transito dalla galleria di San Donato, si incendia a causa di un guasto, fermandosi a circa 3,5 chilometri dall’imbocco sud (lato Arezzo). Il personale a bordo del mezzo prova a domare l’incendio con l’estintore in dotazione ma invano, e quindi avvisa la sala operativa per il blocco del traffico ferroviario prima di allontanarsi per mettersi al riparo in posizione di sopravento.

È in quel momento che entrano in azione i Vigili del Fuoco, che raggiungono l’interno della galleria attraverso l’ingresso dall’area di emergenza San Donato Sud con un mezzo bimodale, strada – rotaia, per poter assicurare lo spegnimento dell’incendio. Operazione che va a buon fine senza alcuna ripercussione sulla circolazione ferroviaria.

Esercitazione riuscita, dunque: “Le attività – chiariscono in una nota FS e Vigili del fuoco – sono previste nell’ambito di una collaborazione territoriale da tempo consolidata con il Comando dei Vigili del Fuoco allo scopo di migliorare la rapidità di intervento, gli standard di sicurezza e la tutela delle persone, delle cose e dell’ambiente ferroviario. L’esercitazione della scorsa notte era finalizzata a verificare l’interazione fra la Sala Operativa di Rete Ferroviaria Italiana e la Centrale Operativa dei Vigili del Fuoco ma anche la funzionalità degli impianti di sicurezza di cui è dotata la galleria, l’illuminazione di emergenza, l’impianto idrico di spegnimento ed i sistemi di diffusione sonora, nonché l’efficacia degli strumenti di comunicazione presenti nel tunnel. Inoltre si è testata la funzionalità del mezzo bimodale (strada-ferrovia) dei Vigili del Fuoco in galleria e le procedure operative connesse al suo impiego in ambito ferroviario”.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati