06, Febbraio, 2023

Lutto a Rignano, è morto il pittore Osvaldo Curandai

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Artista schivo ma molto apprezzato, nel 2013 era stato premiato con le Tre Corone d’Oro, la massima onorificenza del Comune di Rignano

È morto all'età di 88 anni Osvaldo Curandai, artista e pittore fiorentino, nato nel 1931 a Firenze ma che ha vissuto, e lavorato, a San Donato, fra Bagno a Ripoli e Rignano sull'Arno. Alla notizia della sua scomparsa, oggi, sono numerosi i messaggi di cordoglio. 

In una nota, l'Amministrazione Comunale di Rignano esprime le più sentite condoglianze per la scomparsa di Osvaldo Curandai a cui, nel 2013, è stata assegnata la massima onorificenza delle Tre Corone d'Oro “per le eccellenti capacità artistiche e doti espressive, con cui ha contribuito magistralmente a rappresentare il nostro paesaggio, annoverandosi tra le personalità artistiche più significative della nostra epoca”.

La sua vita è stata dedicata all'arte, lunga e piena di riconoscimenti la sua produzione artistica. In occasione della mostra a lui dedicata nel 2008, “Una vita per l’arte – la pittura di Osvaldo Curandai”, il suo ritratto dal catalogo della mostra (testo di Pierfrancesco Listri. Firenze 2008):

"Maestro appartato ma assai apprezzato, Curandai si rivela una delle personalità artistiche più significative del secondo ‘900 toscano. Curandai è cresciuto nel paesaggio di questa terra toscana e i suoi quadri tramandano poeticamente questo mondo. Le atmosfere magiche dei cieli, le colline, gli animali domestici, i casolari toscani ci riportano ad un tempo antico, quello rurale e mezzadrile, nostro fino a pochi decenni fa, che inevitabilmente sta scomparendo. Curandai però non è solo paesaggista, ma abile anche nelle composizioni di fiori, frutti ed oggetti. Da decenni la prestigiosa Galleria Buongiovanni di Bologna, che ha contribuito a scoprirlo, lo propone come uno dei suoi artisti di punta. Le sue opere si trovano in gallerie di Washington, di Middleburg in Virginia, in Arabia Saudita e in altri Paesi europei. Innumerevoli sono le mostre tenute in Italia a: Palazzo Reale a Milano, Palazzo di Re Enzo a Bologna, Museum Parma in Arte … L’ultima in ordine di tempo quella realizzata con l’Associazione “G.Mazzon”, il Comune di Bagno a Ripoli e il Consiglio della Regione Toscana presso l’Oratorio di Santa Caterina a Rimezzano (Bagno a Ripoli), splendido gioiello del gotico, affrescato da Spinello Aretino alla fine del ‘300; successivamente tali quadri sono stati esposti nella Sala Oriana Fallaci di Palazzo Cerretani a Firenze".

Nel 2015 aveva donato una delle sue opere al comune di Rignano.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati