13, Luglio, 2024

Lorenzo Grazi pronto a passare la mano alla fine del campionato

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Alla base delle clamorosa decisione la mancanza di sostegno da parte del tessuto imprenditoriale cittadino e i rapporti con la Marzocco Sangiovannese, accusata di non rispettare gli accordi del 2013. Roberto Malotti è il nuovo allenatore azzurro

Annuncio-choc oggi in conferenza stampa del presidente della Sangiovannese Lorenzo Grazi: "Se la situazione resta quella che è non ci sono più i presupposti per continuare. Sono presidente da tre anni -ha ricordato Grazi- e si tratta di un impegno grosso che ha portato buoni risultati a livello sportivo, con una gestione sana e senza debiti. In questi anni sono stati spesi quattrocentomila euro, con la scelta di investire nel calcio che è stata fatta per pura passione. Abbiamo sempre onorato gli impegni -spiega il numero uno  azzurro accompagnato del fratello e vicepresidente Gabriele, dal padre Maurizio e dalla madre Manuela- e lo faremo faremo fino alla fine della stagione". A quel punto, se la situazione resterà quella attuale, la famiglia Grazi si dice pronta e  prendere, seppur a malincuore, in considerazione alcune proposte di acquisto che sono arrivate.

Le ragioni che Lorenzo Grazi indica alla base della scelta sono la mancanza di appoggio da parte dell'imprenditoria cittadina e i rapporti con la Marzocco Sangiovannese, con la quale nel 2013 era stato stipulato un accordo di collaborazione che prevedeva anche l'utilizzo del campo “Mauro Calvani”, accordo che secondo la Sangiovannese non è stato rispettato e che obbliga il sodalizio del presidente Grazi a versare un canone mensile per allenarsi al “Calvani”, il che comporta delle spese aggiuntive molto ingenti. Grazi lamenta inoltre che solo una parte di quanto la Marzocco, sempre sulla base di un accordo, doveva versare alla Sangiovannese è stato corrisposto.

In secondo piano è passata la notizia relativa al nuovo allenatore: trattasi di Roberto Malotti, giocatore azzurro negli anno '80 (oggi assente, domani dirigerà il primo allenamento), ex tecnico della Sestese e grande motivatore.
 

Articoli correlati