30, Gennaio, 2023

Liliana Segre cittadina onoraria di Laterina Pergine, conferimento all’unanimità

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Maggioranza e gruppi di opposizione uniti nella decisione durante l’ultimo consiglio comunale. Il gruppo di consiliare di maggioranza e Sinistra per Laterina Pergine hanno inoltre votato l’adesione al comitato Antifascista ed Antirazzista promosso da Anpi Valdarno

Liliana Segre è adesso cittadina onoraria del comune di Laterina Pergine: la proposta è stata accolta all'unanimità nell'ultimo consiglio comunale seguendo l'esempio di molti altri comuni italiani. Si tratta del primo comune valdarnese ad aver conferito la cittadinanza onoraria alla senatrice Segre con voto unanime; prima lo aveva già fatto Cavriglia, ma con l'astensione delle minoranze.

"Un segno di solidarietà ed una reazione forte contro ogni forma di violenza, aggressività, negazionismo storico – ha detto la sindaca di Laterina Pergine Simona Neri – È paradossale che l'esperienza di Liliana Segre abbia avuto recentemente tutta questa visibilità grazie agli insulti ed alle minacce mediatiche. Minacce talmete preoccupanti ed odio talmente feroce ed ingiustificato che hanno addirittura portato il Ministero dell'Interno ad assegnarle una scorta per la sua incolumità fisica. La scorta a lei, Liliana, una sopravvissuta ai campi di sterminio, una testimone che parla dei suoi aguzzini ma che non odia, che esalta il valore della vita incondizionatamente e tramanda il suo vissuto come antidoto contro la barbarie. Liliana, una novantenne, una nonna. Aggredita e messa sotto scorta."

"Cara senatrice, magari questo è un piccolissimo gesto – conclude Neri – ma vogliamo dimostrarle da che parte stiamo: siamo onorati di poterle conferire la cittadinanza onoraria del nostro comune e di aver magari contribuito a far conoscere il suo passato e le sue parole."

Il consiglio è poi proseguito con la votazione per l'adesione al Comitato Antifascista ed Antirazzista promosso da Anpi Valdarno: vi hanno aderito il gruppo consiliare di maggioranza ed il gruppo di Sinistra per Laterina Pergine. Una decisione che viene così definita da Neri: "Una scelta necessaria di fronte al tentativo di organizzazione e di presenza anche sul nostro territorio di forze d'ispirazione nazionalista, razzista e neofascista"

Articoli correlati