01, Ottobre, 2022

Le Acli premiano le scuole in gara al concorso letterario Nicol, tra questi anche alcuni istituti del Valdarno

Più lette

In Vetrina

Sabato 5 giugno termina liniziativa per giovani alunni sui temi di democrazia e rispetto delle regole. Le premiazioni e la mostra di alcuni elaborati si terranno in piazza don Alcide Lazzeri a Ponticino

Termina sabato 5 giugno il sesto concorso letterario “Antonio Nicolò”, una iniziativa stata promossa dal circolo Acli di Ponticino in collaborazione con le Acli provinciali e con la Fap-Acli di Arezzo che hanno rinnovato l’appuntamento con un premio che, anno dopo anno, invita gli alunni delle scuole materne, elementari e medie a mettersi in gioco in un percorso creativo di riflessione e di confronto su argomenti di stretta attualità. Sabato 5 giugno, dalle 11.00, in piazza don Alcide Lazzeri a Ponticino, sarà esposta una selezione di elaborati, con le premiazioni dei vincitori e con la consegna degli attestati a tutti i partecipanti.

“Siamo liberi se rispettiamo le regole” è stato il tema di questa edizione dell’evento che, aperto a tutti gli istituti comprensivi della provincia, ha richiesto agli studenti di realizzare testi in prosa, in poesia, disegni o altre creazioni grafiche dedicate alla democrazia e alla libertà intese come rispetto di regole anche non scritte. Questo invito è stato raccolto da numerose classi di scuole di diverso grado con sede a Bucine, a Laterina, a Levane, a Pergine Valdarno, a Pieve al Toppo, a Ponticino e a San Giovanni Valdarno, con gli alunni che insieme ai loro maestri e professori si sono interrogati su queste importanti tematiche civiche per rappresentare un loro pensiero condiviso.

Ogni elaborato è stato valutato da una commissione composta dal parroco di Ponticino don Salvatore Scardicchio, da un rappresentante delle Acli e della Fap-Acli, e da un insegnante e un genitore per ogni istituto in gara, arrivando così a individuare i vincitori del concorso che nella giornata conclusiva del 5 giugno riceveranno un buono per l’acquisto di libri o materiale didattico. L’iniziativa, nel rispetto delle misure anti-Covid19, si aprirà con i saluti di Antonio Paoli (coordinatore del progetto per il circolo Acli di Ponticino), di Luigi Scatizzi (presidente provinciale delle Acli), di Angiolo Chini (segretario provinciale della Fap-Acli), di Roberto Poponcini (presidente del circolo Acli di Ponticino) e di Valentina Matteini (vicepresidente provinciale delle Acli).

"La democrazia – ricorda Chini – si regge su delicati equilibri di valori e di rispetto delle libertà che richiedono preparazione e consapevolezza, dunque è importante promuovere una riflessione fin dai primi anni di vita. Viviamo un momento delicato che necessita una costante formazione alla democrazia dei cittadini di oggi e soprattutto di quelli di domani, per questo abbiamo deciso di affrontare questi delicati temi e siamo felici del coinvolgimento attivo e creativo di centinaia di giovani alunni".

 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati