04, Febbraio, 2023

La terza commissione consiliare si reca a Podere Pilano, assente l’assessore competente. Calò presenta un’interrogazione

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Il consigliere di Rifondazione – Sinistra di Reggello presenta un’interrogazione urgente per sapere i motivi che hanno indotto l’assessore alle politiche sociali, sanità e politiche per l’integrazione a non partecipare al sopralluogo nella Casa Famiglia che si occupa di minori

“Chiarimenti sui motivi per i quali l’assessore Bruschetini con delega alle politiche sociali, sanità e alle politiche per l’integrazione snobba e/o ignora il sopralluogo della 3^ Commissione Consiliare alla storica e prestigiosa Casa Famiglia “Podere Pilano” Onlus di Reggello. Insensibilità, superficialità, irresponsabilità oppure incapacità gestionale ? Inaccettabile il comportamento tenuto dall’Assessore verso una Casa Famiglia che pratica da tempo un grande impegno sociale e di solidarietà, accoglienza e integrazione sul versante dei minori”, è parte del testo dell'interrogazione urgente che il consigliere di Rifondazione – Sinistra di Reggello, Andrea Calò, ha presentato. 

La terza Commissione Consiliare Permanente, il 9 maggio, ha svolto un sopralluogo nella storica Casa Famiglia “Podere Pilano” Onlus di Reggello per conoscere l’attività della struttura in merito all’accoglienza, agli interventi educativi, agli inserimenti sociali e socio-terapeutici di minori in difficoltà. La struttura, fondata da Renato Scarpelli, è una delle prime esperienze in Regione Toscana: da tanti anni si praticano interventi di solidarietà, accoglienza e integrazione nei confronti dei minori.

"Ai lavori della Commissione Consiliare – continua Calò nell'interrogazione –  ha partecipato il vice sindaco mentre l’assessore Bruschetini con delega alle politiche sociali, sanità e alle politiche per l’integrazione pur essendo stato espressamente invitato ha inspiegabilmente snobbato la commissione senza preoccuparsi di giustificare la sua assenza. L'assessore successivamente non si è sentito neppure in obbligo di informarsi con la commissione su quello che era scaturito da questo incontro istituzionale fatto con persone che nel nostro territorio hanno messo in piedi una esperienza di forte impegno sociale e di solidarietà il cui ruolo è riconosciuto a livello regionale e nazionale".

Nell'interrogazione, dunque, il consigliere di Rifondazione chiede:

"al Sindaco di riferire se l’Assessore lo aveva informato di questa sua mancata partecipazione ai lavori di una commissione consiliare e se la sua assenza e il suo disinteresse verso questa importanze esperienza di una comunità che interviene sui disagi dei minori è estensibile al resto della Giunta? Chiedo di sapere dall’assessore Bruschetini i motivi per i quali non ha ritenuto opportuno partecipare ai lavori della commissione, considerate le sue deleghe in materia, per quale motivo non si è preoccupato di avvisare preventivamente la stessa, se tale assenza è da considerarsi voluta oppure segno di una sua insensibilità più volte riscontrata in altre occasioni su argomenti analoghi".

"Infine chiedo di sapere cosa ha intenzione di fare l’assessore Bruschetini viste le sue deleghe nei confronti di una esperienza come quella della Casa Famiglia “Podere Pilano” Onlus di Reggello che ha necessità di essere seguita, sostenuta, valorizzata e utilizzata anche sul nostro territorio, così come hanno proposto gli stessi responsabili nell’incontro che si è tenuto il 9 maggio".

 

Articoli correlati