26, Maggio, 2022

“L’elettrodotto non s’ha da fare”, il Comitato Alta Tensione esulta. “E ora continueremo a vigilare”

spot_img

Più lette

La notizia dell’archiviazione del progetto di Terna è quella che il Comitato spera di sentire da mesi. “Tutto azzerato, la nostra battaglia è finita nel migliore dei modi”. I responsabili ringraziano tutti coloro che hanno contribuito, e promettono di continuare a vigilare, per il futuro

Archiviato, e quindi azzerato, l'elettrodotto progettato da Terna: eccola la notizia che il Comitato Alta Tensione sperava di sentire da mesi. "Così è finita molto bene la nostra battaglia!", commentano oggi i responsabili dell'associazione, nata proprio per bloccare quel tracciato. 

"Terna ha chiesto l'archiviazione di tutto il procedimento dell'elettrodotto da Santa Barbara a Monte San Savino e il Ministero dell'Ambiente glielo ha accordato", chiarisce oggi il Comitato. "Tutti i tracciati, i piloni altissimi, le stazioni, gli sventramenti, non esistono più!". 

"L'archiviazione, inoltre, non prevede ulteriori ricorsi e, quindi, spese per affrontare i tribunali, ma azzera tutto ciò che è stato fatto dal 2010 ad oggi da Terna. Se Terna vorrà prevedere ancora una linea elettrica da queste parti bisognerà iniziare a progettarla daccapo, come sempre chiesto dal comitato. Ma prima deve spiegare la necessità di una linea così invadente, cosa finora mai fatta". 

"Il Comitato Alta Tensione non ha ancora finito di esistere perché questo nostro
viaggio potrebbe doversi ripetere. Ma non ora!".
E si annuncia già un incontro per festeggiare il risultato: "Faremo sapere i dettagli e le nostre opinioni più complete attraverso il sito e un incontro-festa che stiamo organizzando". 

In chiusura, i ringraziamenti a chi ha contribuito a questo risultato: "Grazie a tutti i nostri soci, ai parlamentari e ai sindaci e assessori che ci hanno sostenuto in questi tre lunghi anni". 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati