22, Giugno, 2024

IVV, dopo la crisi del vetro adesso arriva quella legata all’aumento delle materie prime. “Siamo stati resilienti e ora saremo resistenti”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Dopo aver affrontato la crisi del vetro che nel 2018 portò l’azienda sangiovannese ad attivare la procedura di concordato in continuità diretta ed a dare il via libera al piano di risanamento industriale che ha permesso la ripresa economica-finanziaria e occupazionale, adesso l’IVV, industria storica del territorio, si trova a dover fronteggiare un’altra pesante problematica: quella legata all’aumento delle materie prime, in particolare il metano.

Simone Carresi, presidente dell’IVV di San Giovanni Valdarno lo dice con tono secco e perentorio. “La nostra Azienda ha affrontato con trasparenza, abnegazione e fiducia gli effetti nefasti di una crisi nazionale del vetro. A tutt’oggi la nostra resilienza ci fa essere ancora un soggetto rilevante per il contesto dell’occupazione valdarnese e stiamo cercando, pur con qualche difficoltà e ritardo, di far fronte ai nostri obblighi di risanamento, presentandoci lo stesso alla ripartenza dei mercati con il pieno della nostra operatività. Il mercato del vetro è in ripresa, gli ordinativi, soprattutto esteri, superano già quelli pre-covid”.

Adesso un’altro momento critico da affrontare e superare: “Ora dovremmo essere resistenti – conclude Simona Carresi – adesso la nostra continuità produttiva è a rischio per l’incredibile aumento delle materie prime, in primo luogo del metano: in valore assoluto stiamo passando da un costo di 35 mila euro/mese a 100 mila euro/mese. E’ insostenibile: la mia solidarietà a tutte quelle aziende del vetro, della ceramica e del cristallo che su scala nazionale hanno alzato già bandiera bianca”.

Se continuasse questo trend anche IVV dovrà trarre le conclusioni in merito. Per ora la decisione è di continuare la produzione. Il Presidente dell’IVV Carresi che ha da poco contribuito a dar vita a un nuovo sodalizio per la tutela del vetro valdarnese conclude con un rinnovato invito alle grande distribuzione organizzata, che “ha sempre creduto in noi sostenendo il nostro lavoro: noi intendiamo esserci ancora, il prossimo anno, per festeggiare i 70 anni dalla fondazione di IVV, oggi ci serve un supporto ulteriore dalla GDO, in termini di commesse promozionali che hanno sempre avuto successo”.

Articoli correlati