21, Luglio, 2024

“Invasi dalle zanzare dentro l’ospedale del Valdarno”: Chiassai raccoglie segnalazioni di pazienti e personale sanitario

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Il Sindaco di Montevarchi Silvia Chiassai Martini raccoglie e rilancia numerose segnalazioni ricevute dal personale sanitario e dai cittadini sulla presenza di zanzare all’interno del Santa Maria alla Gruccia, e chiede quindi un intervento urgente alla Asl.

“Da giorni – spiega Chiassai – sono numerose le segnalazioni relative alla condizione insostenibile dovuta alla presenza di zanzare, con tanto di foto e di video che attestano l’invasione nel Pronto Soccorso della Gruccia, come mai era accaduto prima. Addirittura vengo informata che il personale sanitario è costretto a lavorare munito di racchette per proteggere loro e i pazienti dalle punture di questi insetti, un disagio che addirittura porta ad azioni non consone alla condizione ospedaliera. Non è ammissibile che si riscontri una situazione così critica all’interno di un ospedale dove i degenti e i loro familiari sono costretti a difendersi dagli insetti. Non solo, non è neppure ammissibile che medici, infermieri ed operatori sanitari, oltre al carico di lavoro estenuante per la mancanza di personale debbano lavorare con questo disagio”.

“L’Azienda sanitaria è intervenuta dopo settimane di una condizione insostenibile, ma la situazione continua ad essere grave. Serve – aggiunge il sindaco di Montevarchi – un intervento efficace per riportare l’ospedale ad una condizione di vivibilità perché la difesa della salute passa anche dall’attenzione ad ambienti decorosi per i dipendenti e i malati. Questa ennesima situazione inaccettabile, rappresenta un ulteriore campanello di allarme che va a sommarsi a gli ascensori fuori uso da mesi, che sono solo gli ultimi episodi che evidenziano, se mai ce ne fosse bisogno, un presidio ancora ben lontano da una gestione e programmazione dei servizi come richiede la classificazione di 1° livello e che lo vede scivolare sempre di più in uno stato di incuria e di progressivo abbandono”.

“L’assenza totale di volontà da parte della Asl di tutelare il nostro ospedale ed il silenzio assordante del Presidente della Conferenza dei Sindaci e dei miei colleghi – conclude Chiassai – non fa che rafforzare la consapevolezza di un’azione politica chiara che da anni mira volontariamente a depotenziare la Gruccia. Non c’è scelta politica più grave nei confronti dei cittadini che non avere interesse a garantire standard sanitari dignitosi per la salute di una comunità”.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati