29, Novembre, 2022

Incidente di Levanella: la vittima è Mauro Mancini Proietti, ex vicequestore a Montevarchi e consulente di Chiassai in Provincia

Più lette

In Vetrina

È il dottor Mauro Mancini Proietti la vittima dell’incidente stradale avvenuto oggi a Levanella, nel comune di Montevarchi. Già vicequestore alla guida del Commissariato di Polizia di Montevarchi, una volta conclusa la carriera in Polizia aveva ricevuto un incarico fiduciario in Provincia di Arezzo proprio dalla presidente Chiassai Martini, che appreso della sua morte commenta: “Una notizia che non avrei mai voluto sentire e che mi ha tolto il respiro. Oggi è venuto a mancare nell’incidente di Levanella il Prof. Mauro Mancini Proietti che tutto il Valdarno conosceva per essere stato per tanti anni Commissario di Polizia a Montevarchi e quindi punto di riferimento del territorio, svolgendo il suo ruolo sempre con competenza ed abnegazione. Negli ultimi anni si era reso disponibile ad aiutarmi in Provincia curando gli aspetti giuridici risolvendo anche questioni pregresse importanti. Un vero esempio di persona dedita alle Istituzioni che aveva servito una vita. Era un uomo che coltivava tante passioni ed interessi, dal mondo subacqueo, allo sport e al calcio di cui era arbitro e tifoso. Un uomo energico e vivace, docente universitario in tanti corsi di laurea. La sua prematura scomparsa è una grande perdita per la comunità, ma soprattutto oggi perdiamo un amico e un collaboratore serio e fidato che dava tanto in tanti ambiti. Un forte abbraccio alla moglie e alla figlia”.

Entrato in servizio dall’83 al ’91 presso l’amministrazione di Grazia e giustizia, ha poi operato per due anni come Dirigente all’Ufficio immigrazione della Questura di Siena, di cui è diventato nel ’94 Capo di Gabinetto; fino al 2003 è stato Dirigente al Commissariato di Chiusi Chianciano Terme, poi a Poggibonsi per sei anni; dal 2009 al 2014 Dirigente dell’Ufficio Personale e tecnico logistico della Questura di Siena fino all’arrivo, nel maggio 2015, al Commissariato di Montevarchi, dove era rimasto per quattro anni. Dal 2019 era diventato Dirigente presso la Questura di Grosseto, dove aveva concluso la sua carriera in Polizia.

Laureato in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma ed in Scienze Politiche all’Università degli Studi di Siena, aveva poi conseguito un master Universitario di Specializzazione in Economia e Diritto dell’Amministrazione per Dirigenti e Funzionari pubblici ed un Master di II livello in Criminologia forense l’ Università Carlo Cattaneo di Castellanza. Era anche giornalista pubblicista iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Toscana. Aveva collaborato dal 1994 al Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Siena ed era iscritto dal 2004 all’Albo dei docenti della Scuola Superiore dell’Amministrazione dell’Interno. Tra gli altri incarichi dal novembre 2016 era stato nominato collaboratore della Procura Federale F.I.G.C. in materia di indagini federali e controlli gara. E nel luglio 2020 la Presidente della Provincia di Arezzo, Chiassai Martini, lo aveva scelto per un incarico in Provincia, a titolo gratuito e di natura fiduciaria, finalizzato alla collaborazione nelle attività di indirizzo politico riguardanti specifiche materie e argomenti.

Dal Presidente della Repubblica, nel 2006, gli era stata conferita l’onorificenza di Cavaliere al merito della Repubblica italiana.

Numerosi i messaggi di cordoglio. “Il commissario provinciale Lega Matteo Grassi, insieme con i segretari e commissari delle sezioni, i sindaci, gli assessori, i consiglieri comunali e provinciali, i militanti e i tesserati tutti si stringono nel cordoglio alla famiglia del Dott. Mauro Mancini Proietti, venuto a mancare oggi in un grave incidente stradale. Resterà per ognuno di noi indelebile il ricordo di un uomo appassionato, entusiasta, profondo conoscitore delle norme e del territorio, da sempre devoto allo Stato”.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati