03, Luglio, 2022

IL SONDAGGIO DI VPOST

Dove vorresti fosse organizzato il mercato settimanale del tuo comune?

IL SONDAGGIO DI VPOST

Dove vorresti fosse organizzato il mercato settimanale del tuo comune?

Il potenziamento della connessione internet diventa realtà in tutti i plessi scolastici del comune

Più lette

In Vetrina

Il comune di Reggello ha ottenuto il finanziamento di 10.000 euro della regione Toscana nell’ambito del bando sulla connettività: saranno destinati alle scuole elementari di Vaggio, Leccio, Cascia, Reggello e alla scuola media del capoluogo

Soddisfazione a Reggello per l'arrivo di finanziamenti regionali per la connettività nelle scuole: sono in arrivo infatti fondi sufficienti per tutti i plessi di primarie e medie del territorio comunale. "La regione Toscana – ha commentato il sindaco Piero Giunti – ci ha comunicato che si è chiuso il bando regionale per il potenziamento della connettività delle scuole e il Comune di Reggello è riuscito a ottenere per tutti i plessi scolastici presenti sul territorio un finanziamento mirato al potenziamento della connessione Internet e l’acquisto di router-Access Point".

Grazie a questo finanziamento, nel dettaglio, al comune andranno 10mila euro euro che serviranno per rendere più veloce le connessioni web e per l’acquisto di 17 access point che saranno destinati alle scuole elementari di Vaggio, Leccio, Cascia, Reggello ed alla scuola media del capoluogo. Una connessione rapida sicura alla rete è ormai divenuta necessaria per le scuole dove vengono sempre più utilizzati strumenti multimediali per la didattica . A questo si vanno ad aggiungere i lavori di messa in sicurezza ed efficientamento energetico già realizzati ed in corso di realizzazione, su tutto il territorio comunale. 

 “Questo intervento – ha aggiunto Giunti – che si aggiunge a quanto già impegnato in precedenza sul fronte dell’efficientamento energetico, ci permette di migliorare nel suo complesso, sia edile che informatico, la qualità e l’efficienza delle nostre scuole. Sono convinto che questi interventi saranno un patrimonio prezioso anche una volta superata la pandemia, perché permetteranno alle nostre scuole di programmare una didattica che sia innovativa e ai nostri ragazzi la possibilità di confrontarsi con le nuove tecnologie e di utilizzare la rete”. 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati