25, Giugno, 2024

Il nuovo paleontologico apre le porte in anteprima per un gruppo di esperti internazionali. E a dicembre il taglio del nastro

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

La ristrutturazione del museo paleontologico e dell’Accademia è quasi completa, l’inaugurazione è prevista per dicembre. Intanto, però, le porte si sono aperte per una delegazione di esperti internazionali di paleobotanica. “Montevarchi e il Valdarno sono ricchezze da valorizzare”

Stanno ritornando, gradualmente, nelle vetrine espositive delle rinnovate sale del museo paleontologico, i reperti fossili che ne costituiscono la ricchezza principale. Segno che i lavori, dopo anni, si avviano davvero alla fine. Forse il mese di dicembre sarà quello designato per l'inaugurazione: l'Accademia, il comune di Montevarchi e i progettisti stanno lavorando affinché si possa andare al taglio del nastro nel giro di tre mesi al massimo. 

Intanto, però, le sale del museo paleontologico di Montevarchi hanno riaperto le porte, in anteprima, per la visita di un gruppo di esperti internazionali di paleobotanica. Una delegazione di una quindicina di studiosi che sono in Italia, in questi giorni, per il 9° Convegno Internazionale di Paleobotanica e Palinologia organizzato a Padova, e che comprende una serie di tour in tutte le regioni. In Toscana, la tappa scelta è proprio Montevarchi, per la ricchezza di reperti e di scavi localizzati in tutto il Valdarno. "Un territorio ricco di storia e di grande interesse", hanno sottolineato.

Una visita che è stata l'occasione per annunciare, dunque, la prossima riapertura al pubblico del museo e delle sale dell'Accademia. Insieme al sindaco Francesco Maria Grasos, ad accogliere gli studiosi c'erano il professor Franek Sznura, presidente dell'Accademia, insieme al professor Giuseppe Tartaro, vicepresidente, e l'architetto Francesco Papa, coordinatore del Centro Studi e Documentazione del Valdarno.
 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati