09, Dicembre, 2022

Il Cassero museo accessibile: riparte il progetto “Vorrei andare al museo”

Più lette

In Vetrina

Ripartirà in autunno, al Cassero per la scultura italiana dell’Ottocento e del Novecento – Museo Civico di Montevarchi,  la seconda edizione del progetto “Vorreiandarealmuseo. Percorsi di accessibilità museale”, grazie ad un’erogazione liberale della Fondazione CR di Firenze. Il progetto è stato cofinanziato dalla Fondazione nell’ambito del bando “Valorizzazione e tutela del patrimonio storico/artistico – contributi ordinari 2022”. Il progetto, coordinato da Federica Tiripelli, direttrice del Museo, ha l’obiettivo di dare continuità e potenziare i programmi dedicati all’accessibilità dei pubblici con esigenze specifiche e disabilità.

Il Cassero intende continuare, così, ad assumere un ruolo sociale e di inclusione contribuendo alla salute e al benessere della comunità e all’abbattimento delle barriere sociali, sensoriali e cognitive. È questo uno degli obiettivi principali che l’Amministrazione Comunale intende perseguire anche nel prossimo futuro all’interno della gestione del Cassero per la Scultura, come ha sottolineato l’assessore Lorenzo Allegrucci.

I programmi, rivolti a disabili cognitivi e sensoriali oltre che ai ‘nuovi cittadini’, prevedono attività per persone con Alzheimer e i loro caregiver; attività per bambini e adolescenti con autismo; attività per donne straniere iscritte al corso di italiano organizzato dall’Associazione Caritas Solidarietà e Accoglienza-Progetto Faisa; audiodescrizioni e performance per non vedenti, ipovedenti, ma anche normovedenti; video LIS per non udenti. Partner sono il Sistema Museale Musei Toscani per l’Alzheimer (MTA), il Museo Tattile Statale Omero di Ancona, l’Associazione Autismo Arezzo, l’Associazione Abbracciamo Il Valdarno e l’Associazione Fotoamatori Francesco Mochi, mentre l’Associazione Italiana Ricerca Alzheimer Onlus – Airalzh ha concesso il patrocinio.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati