28, Settembre, 2022

I locali del nuovo centro pastorale aprono le porte a chi studia: stanze a disposizione degli universitari

Più lette

In Vetrina

Il Centro di Matassino, intitolato a Don Arpioni, è stato inaugurato lo scorso mese di maggio: ora il nuovo parroco ha deciso di aprire alcuni degli spazi anche agli universitari, iniziativa che ha ricevuto il patrocinio dei tre comuni di Reggello, Figline e Incisa, Castelfranco Piandiscò

Il Centro pastorale di Matassino apre le porte agli studenti universitari, mettendo loro a disposizione spazi per lo studio in tranquillità. L'iniziativa, patrocinata dai tre comuni in cui è situata la Parrocchia di S. Maria Regina al Matassino, e cioè Reggello, Castelfranco Piandiscò e Figline e Incisa, è partita da un'idea dei giovani della Parrocchia, ed è stata subito sposata dal parroco, don Simone Imperiosi, che da pochi mesi è subentrato a don Luca Meacci. 

All'interno del Centro pastorale, inaugurato lo scorso maggio, vengono messe a disposizione degli studenti universitari delle aule di studio e incontro. Erano stati proprio i giovani a chiedere degli spazi sicuri e confortevoli nei quali potersi ritrovare per studiare insieme e preparare gli esami. "Il Matassino – spiega don Imperiosi – è un paese molto grande e ricco di giovani, si trova in una posizione periferica rispetto ai comuni interessati ed aveva bisogno di questo tipo di servizio".

"I comuni interessati hanno appoggiato tale iniziativa e dato il Patrocinio. Si tratta di un servizio molto importante per i nostri giovani, per aiutarli nel percorso di studi e professionale e per mettere a disposizione di tutta la comunità il nuovo Centro Pastorale 'Pino Arpioni', che la Parrocchia del Matassino ha inaugurato lo scorso maggio", ricorda don Imperiosi. 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati