21, Maggio, 2022

Giorno della Memoria: inaugurata a Cavriglia la panchina della Pace

spot_img

Più lette

Per il Giorno della Memoria l’Amministrazione comunale di Cavriglia ha installato e inaugurato in piazza Pertini a Castelnuovo dei Sabbioni la “Panchina della Pace”, davanti al murales di Venturino Venturi.

“Cavriglia è terra di Pace e di Memoria: questa frase legge chiunque entra nel nostro territorio comunale – ha affermato il Sindaco Leonardo Degl’Innocenti o Sanni – Il 27 gennaio è un giorno simbolo della Memoria, ma anche una ricorrenza che deve far comprendere il valore della Pace Universale. Questo è il significato principale della nuova collocazione della Panchina, in un momento di forte tensione nel nostro continente con le notizie che arrivano dall’Ucraina. I nostri valori come Comunità sono forti e costanti: i colori della Pace da adesso saranno presenti in una piazza che già ricorda la Resistenza ed i caduti negli eccidi del 1944.”

La panchina è alta e larga tre metri, con profondità 1,20 metri ed è dipinta con i colori della bandiera della Pace. Il posizionamento della panchina non è casuale: questa infatti è accanto al Monumento ai Caduti della Resistenza ed esattamente di fronte al murales di Venturino Venturi, che in quest’opera celebrò i martiri degli eccidi di Cavriglia del luglio 1944 causati dalla follia nazifascista, esattamente nel trentesimo anniversario della sua realizzazione e a venti anni dalla scomparsa dell’artista.

Gli eventi del “Giorno della Memoria” sono poi proseguiti con la “Passeggiata della Memoria” che ha visto Giunta e Consiglio comunale prendere parte alla camminata che ha preso il via da Massa Sabbioni e di qui si è conclusa a San Martino dopo aver toccato alcuni dei luoghi dove vennero perpetrate le stragi che colpirono la comunità cavrigliese durante l’occupazione nel secondo conflitto mondiale.

Le scuole cavrigliesi, impossibilitate a partecipare alla tradizionale camminata per la pandemia in atto, sono state poi al centro dell’ultimo appuntamento della mattina con la proiezione per gli studenti delle terze medie dell’Istituto Comprensivo “Dante Alighieri” del film “Ogni cosa è illuminata” di Liev Schreiber dal libro di Jonathan Safran Foer. In attesa che poi il Covid-19 allenti la propria morsa, è già fissata infine per venerdì 22 aprile la visita al Museo “MINE” e ai Luoghi della Memoria di Cavriglia per gli studenti della città di Rondine, fin dalla sua fondazione “Cittadella della Pace”.

 

 

Articoli correlati