09, Agosto, 2022

Gang di sei ragazzi fermata dai carabinieri. Al loro attivo furti, ricettazione, spaccio e atti di bullismo

Più lette

In Vetrina

In flagranza di reato 4 arrestati, 2 minorenni denunciati dai carabinieri della compagnia di San Giovanni. Tutti residenti a Pontassieve

I carabinieri della compagnia di San Giovanni hanno fermato nel tardo pomeriggio di ieri una gang di sei ragazzi, albanesi, quattro maggiorenni e due minorenni, residenti o dimoranti nella zona di Pontassieve. I militari li hanno colti in flagranza di reato dopo un colpo messo a segno in un negozio di articoli sportivi di Terranuova.

Il gruppo si era recato nel negozio e mentre uno prendeva i capi di abbigliamento sportivo dagli scaffali e si recava in camerino per rompere il dispositivo antitaccheggio ed indossarli sotto i propri abiti, l’altro gli copriva le spalle avvisandolo dell'entuale arrivo dei commessi. I giovani erano riusciti a prendere capi di note marche sportive per un valore complessivo di circa 300 euro.

Ma il proprietario del negozio si è accorto dei furti e ha chiamato i carabinieri che giunti sul posto hanno fermato i ragazzi e li hanno portati in caserma.

Dagli accertamenti effettuati i carabinieri hanno scoperto che i maggiorenni, in età compresa tra i 21 e i 18 anni, avevano quasi tutti precedenti per furto aggravato, ricettazione, spaccio e atti di bullismo in istituti scolastici; i minorenni, incensurati, sono stati denunciati in stato di libertà alla Procura dei minori di Firenze. Inoltre, uno dei maggiorenni è risultato già condannato per furto a due anni di reclusione –pena sospesa-, mentre un altro è risultato colpito dalla misura dell’obbligo di dimora nella provincia di Firenze.

I quattro maggiorenni sono agli arresti domiciliari su disposizione dell’autorità giudiziaria in attesa dell’udienza per direttissima. Uno degli arrestati è stato portato in cella di sicurezza: riaccompagnato a casa dalla pattuglia è stato preso a calci dal padre e buttato fuori di casa.

Per tutti e quattro i maggiorenni sarà richiesta la misura di prevenzione del foglio di via dal comune valdarnese.

 

Articoli correlati