28, Novembre, 2022

Il Comune firma l’accordo in Regione: stanziati 310mila euro per la strada di Croce Vecchia e risolvere i problemi di sicurezza

Più lette

In Vetrina

Firmato in Regione l’accordo di programma per la viabilità montana. Finalmente, dopo anni di attesa, la strada di Croce Vecchia verrà messa in sicurezza: stanziati da Regione e Comune 310mila euro. Il tratto è completamente dissestato.

Via libera alla messa in sicurezza della strada di Secchieta. Riqualificare e mettere in sicurezza la viabilità del Pratomagno, nei due versanti del Casentino e del Valdarno. E' questo l'obiettivo di due accordi di programma sottoscritti oggi in Regione dall'assessore regionale con i comuni Casentinesi e Reggello. L’assessorato guidato da Vincenzo Ceccarelli ha stanziato 1,3 milioni di euro per la viabilità montana.
 
"Si tratta di un intervento molto significativo per queste strade di montagna – sottolinea l'assessore Ceccarelli – Gli accordi che abbiamo sottoscritto oggi ci permetteranno da una parte di migliorare i collegamenti dell'area montana del Pratomagno con il fondovalle e dall'altra di consentire una migliore fruizione del patrimonio agricolo e forestale a beneficio dei residenti e anche dei turisti".
 
869mila euro sono stati stanziati sia dalla Regione (il 90%) che dagli altri enti locali per la dorsale casentinese. Per quanto riguarda la dorsale valdarnese (la firma ha coinvolto in questo caso anche il Corpo forestale dello Stato) invece saranno disponibili 341mila euro: anche in questo caso il 90%, circa 310mila euro, sono fondi regionali, mentre il resto a carico del Comune di Reggello.
 
Soldi molto importanti e che permetteranno di mettere finalmente in sicurezza la strada di Croce Vecchia, ormai completamente dissestata, ripristinando normali e funzionali condizioni di comfort e sicurezza della strada di Secchieta, che collega il Valdarno al Casentino, attraveso Vallombrosa e Montemignaio.
 
Gli interventi consistono in asfaltatura, ripresa di buche e avvallamenti, vari interventi di manutenzione e ripristino. Attualmente sono presenti vere e proprie voragini e le condizioni minime di sicurezza non sono sempre garantite.
 

Articoli correlati