14, Giugno, 2024

Fimer, Valerio Fabiani a Terranuova: “Fattore tempo decisivo”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Valerio Fabiani, consigliere del Presidente della Regione Eugenio Giani per lavoro e crisi aziendali, stamani nello stabilimento  di Fimer ha incontrato il sindaco di Terranuova Sergio Chienni e le organizzazioni sindacali. Al centro dell’incontro la necessità di accelerare quanto più possibile il passaggio all’amministrazione straordinaria dell’azienda specializzata nella produzione di inverter, ora in stato di insolvenza.

Sindacati, Rsu e Comune presenti hanno condiviso la necessità dell’intervento del Governo, chiamato a mettere in campo peso politico e strumenti nazionali per preservare gli asset di un’azienda così strategica per il territorio e per l’Italia.

“Rispettosi delle prerogative e del ruolo della procedura continuiamo con la nostra azione di sorveglianza – afferma Valerio Fabiani –  Abbiamo fatto il punto con il sindaco Sergio Chienni e con le organizzazioni sindacali. Occorre accelerare quanto più possibile i tempi procedurali per il passaggio all’amministrazione straordinaria considerato che ci sono gli investitori, che c’è una prospettiva di mercato importante, e che l’azienda, dopo gli ultimi travagliati anni, non si può permettere ulteriori rallentamenti. Nell’ottica di proteggere i lavoratori e quindi anche di preservare il valore aggiunto che questa forza lavoro con le sue competenze rappresenta per l’azienda, dobbiamo anche dare rapidamente continuità agli ammortizzatori sociali che sono in scadenza per la fine di questo mese. Il fattore tempo è decisivo, e lo è anche per le imprese dell’indotto”.

Assieme a comune, sindacato e RSU ci aspettiamo che il governo, con il quale ho personalmente parlato, giochi un ruolo attivo, in ogni caso la Regione Toscana c’è e ci sarà, proseguendo con quell’azienda di vigilanza mai venuta meno, mettendo a disposizione il nostro supporto, politico e tecnico, e chiedendo a tutti di fare presto e bene. Nonostante tutto quello che è accaduto ci sono tutte le condizioni per ripartire, ce lo dice il mercato di rifermento di questa azienda e ce lo dice la determinazione delle lavoratrici e dei lavoratori che hanno dovuto sopportare di tutto in questi anni. Per questo a tutti dico: vietato sbagliare”.

Articoli correlati