29, Giugno, 2022

Due app al servizio dei cittadini: il progetto del comune di Montevarchi vincitore del concorso nazionale sull’innovazione digitale

Più lette

In Vetrina

Il progetto del comune di Montevarchi, che ha ottenuto un finanziamento vincendo un bando promosso da Anci e Vodafone, prevede la realizzazione di due app per avvicinare amministrazione e cittadini. Una per il servizio scuolabus, l’altra per le segnalazioni e monitorare gli interventi

Due applicazioni per smartphone e tablet per un maggiore servizio ai cittadini. Il vicesindaco di Montevarchi Elisa Bertini ha presentato il progetto che il comune ha vinto per il concorso “Failadifferenza: idee digitali per la nostra città”, indetto da Anci Nazionale in collaborazione con Vodafone. 25mila euro il premio che finanzierà la realizzazione di questi due nuovi strumenti del progetto montevarchino “PartecipAzione – azioni digitali a servizio della comunità”.
 
“Al concorso potevano partecipare gli amministratori che avevano frequentato la scuola per giovani amministratori di Anci o altri percorsi formativi. Io ho presentato il progetto per il comune di Montevarchi, definito in collaborazione con l’architetto Ugo Fabbri e Matteo Belardi, Digital Champion” – ha spiegato Bertini – “L’aspetto principale del bando era quello di creare sistemi innovativi per migliorare la qualità della vita nelle nostre comunità”.

“Ti accompagno a scuola” servirà per monitorare in tempo reale il tragitto degli scuolabus, così genitori e famiglie dei bambini potranno decidere in quali tempi arrivare alla fermata, oltre a sapere chi c’è sul pulmino e monitorare quindi il servizio. “Si tratta di una sorta di prototipo anche per analizzare e verificare possibili utilizzi per un trasporto pubblico locale di vallata”, ha aggiunto il vice sindaco.

L’altra applicazione, “Per una città migliore”, servirà al cittadino per registrarsi e poter inviare qualunque tipo di segnalazione qualificata e sollecitazioni di varia natura: dal verde pubblico alle manutenzioni e ai servizi erogati dal comune o da altri gestori. La novità poi riguarda la possibilità di seguire tutto l’iter amministrativo della segnalazione, se ha portato all’attivazione di un percorso o un piano di interventi oppure se è stata momentaneamente sospesa. E il percorso potrà essere verificato e seguito anche da tutti i cittadini iscritti al servizio della nuova app. Uno sviluppo ulteriore del servizio in parte già attivo grazie alla sezione “Montevarchi Risponde” sul portale internet.

“Questo consente di avere una relazione più trasversale e una maggiore interazione con i cittadini: uno strumento più istituzionale, concreto e formale per vedere se segnalazione si trasforma in azione amministrativa” – prosegue Bertini – “Un esempio di amministrazione aperta e innovativa in cui il dialogo e le segnalazioni dai cittadini costituiscono l’aspetto fondamentale per una futura azione amministrativa, per un miglioramento che passa anche dall’innovazione tecnologica”.
 
Ieri a Pisa, presso la Scuola Normale Superiore, si è svolta la cerimonia di premiazione. “Aver vinto un progetto come questo conduce verso un’ottica di “smart city”, di città intelligente, sempre più vicina al cittadino, come emerso durante la giornata di ieri”, ha sottolineato l’architetto Fabbri.
“L’occasione di questo bando è importante perché ha permesso di unire idee dell’amministrazione con le esigenze dei cittadini per dialogare più direttamente con il proprio comune, andando oltre gli uffici, sotto un profilo digitale. Uno degli aspetti di noi Digital Champions infatti è proprio essere interfaccia tra la comunità e le amministrazioni”, ha aggiunto Matteo Belardi.
 
A settembre partirà il lavoro di progettazione tecnica con Vodafone che ha stanziato l’importo e supporterà la realizzazione dei due strumenti, per poter arrivare entro la fine dell’anno all’attivazione vera e proprio delle due nuove applicazioni.

"Obiettivo è poter portare miglioramenti alla gestione dell'ente comunale a partire dalla concezione che il cittadino dovrebbe essere parte collaborativa, aiutando in maniera propositiva al di là di pensieri ideologici e di appartenenze politiche" – ha concluso il vice sindaco Bertini – "Ogni idea, ogni spirito di iniziativa, ogni forma collaborativa sono la vera forza trainante di una comunità. La più bella gratificazione di domani non sarà solamente ricevere una cifra economica che per aiutare il comune a intraprendere un percorso innovativo e di partecipazione attiva della cittadinanza, ma portare il nome di Montevarchi alle attenzioni dei più alti funzionari pubblici del settore delle comunicazioni e anche di importanti aziende private che un giorno potrebbero investire nel nostro territorio”.
 

Articoli correlati