14, Giugno, 2024

Dimissioni Bettoni: il consiglio approva all’unanimità la risoluzione di Martellini e convoca i revisori dei conti

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Il capogruppo di Per un’altra San Giovanni, alla luce della lettera di dimissioni dell’assessore Damiano Bettoni, ha chiesto la presenza in consiglio dei revisori dei conti per appurare la situazione del bilancio. Il documento è stato votato all’unanimità. Molti gli interventi sulla vicenda. Viligiardi replica: “Non abbiamo mai nascosto la situazione economica finanziaria del comune”

Si è aperto con gli interventi e il dibattito sulle dimissioni dell'assessore al bilancio Damiano Bettoni il consiglio comunale di San Giovanni. Ma soprattutto sulle sue dichiarazioni in merito alla "gravissima situazione economica finanziaria del comune". Il capogruppo di Per un'altra San Giovanni, Lorenzo Martellini, ha presentato una risoluzione per chiedere, con l'unanimità del consiglio, l'intervento dei revisori dei conti nella prossima seduta. Il consiglio ha approvato.

Tanti sono stati gli interventi dopo quello del sindaco Maurizio Viligiardi che ha presentato al consiglio il nuovo assessore al bilancio. Il primo a prendere la parola è stato Lorenzo Martellini. "Si tratta di una vicenda grave e rilevante. A quanto pare Bettoni ha abbandonato la nave. Le affermazioni contenute nella lettera di dimissione sono gravissime soprattutto perchè vengono da un esponente della giunta e da un ex vicesindaco. A questo punto è necessario un chiarimento e quindi chiediamo che i revisori dei conti vengano in consiglio comunale. La nostra richiesta dovrebbe essere accolta da tutti e per questo presenteremo una risoluzione".

Martellini, poi, oltre a richiedere ancora le motivazioni delle dimissioni ha puntato l'attenzione sulla celere sostituzione di Bettoni e sul mancato confronto tra l'ex assessore, il sindaco e il partito. Aspetti, questi, condivisi anche dal capogruppo di Cresce San Giovanni, Francesco Carbini che già qualche giorno fa aveva chiesto l'intervento dei revisori dei conti in commissione bilancio.

"La gravità della lettera di Bettoni la dice lunga sulla sterilità della giunta e sulla capacità di governo della maggioranza – ha affermato Carbini – Sono preoccupato per una situazione definita 'gravissima'. Abbiamo richiesto l'audizione in commissione bilancio dei revisori dei conti. Noi e i cittadini vogliamo una spiegazione e la vogliamo dal sindaco. Non si può fare finta che non sia accaduto niente". 

Michela Fabbrini del Movimento 5 Stelle si è detta in linea con la posizione espressa dagli altri due capigruppo delle opposizioni ed ha anticipato il proprio voto favorevole alla risoluzione. Giovanni Nosi, Pd, ha dichiarato: "La situazione dell'ente è sempre stata così. Ma i tre revisori dei conti hanno certificato che gli equilibri di bilancio ci sono e che il patto di stabilità è rispettato. Il comune è stato ampiamente controllato". Anche il capogruppo del Pd Simone Ghiori ha sottolineato che la situazione non è mai stata definita positiva. "Occorrerà migliorare e accelerare l'opera di risanamento del bilancio".

Riprendendo la parola il capogruppo di Cresce San Giovanni ha portato come motivazione delle dimissioni di Bettoni e della gravissima situazione del comune la delibera di giunta n. 167 del 16 settembre scorso.

Nella delibera "Adozione di misure a garanzia del rispetto del patto di stabilità per l'anno 2014" l'amministrazione comunale rimarca di ritenere prioritario il rispetto del patto di stabilità per l’anno 2014 e per questo di disporre la sospensione dei pagamenti in conto capitale e degli impegni di spesa in conto capitale, "di sottoporre a verifica settimanale/quindicinale l’organo esecutivo e le spese ritenute inderogabili", "di prevedere accordi con i creditori per dilazionare i pagamenti senza riconoscimento di oneri finanziari a carico del Comune concernente la certificazione dei crediti da parte delle Regioni e degli Enti Locali debitori relativi alla fornitura di beni o prestazioni di servizi, di provvedere celermente alla riscossione dei crediti vantati nei confronti della Regione o di altri enti terzi a fronte di investimenti effettuati con contributi esterni, di disporre che tutta la struttura dell’Ente si impegni nella ricerca di possibili nuove e maggiori entrate, anche mediante l’emissione di ruoli coattivi, da destinare solo ed esclusivamente al rispetto del patto e quindi senza riassegnazione sul fronte della spesa, di disporre la rivisitazione delle entrate e delle spese assegnate, disponendo che eventuali minori entrate devono essere compensate da uguali minori spese".

Al termine Carbini dichiara: "Il comune naviga a vista. La situazione è grave".

Ha concluso gli interventi il sindaco Viligiardi: "Nessuno ha mai negato che vi sono difficoltà. Damiano Bettoni ha fatto l'assessore al bilancio perchè conosceva la situazione. Sono rimasto sorpreso delle sue dimissioni e di ciò che ha scritto. Non c'è stato un confronto preventivo. Ed è un problema anche di natura politica. Lo abbiamo sostituito in 48 ore per il buon funzionamento dell'ente. Abbiamo un forte indebitamento ma riusciamo a rispettare il patto di stabilità".

La risoluzione presentata da Lorenzo Martellini ha ricevuto voti favorevoli all'unanimità.

 

Articoli correlati