01, Febbraio, 2023

Covid-19, Focus sulla diffusione del virus. Giulia Mugnai: “Le misure adottate hanno portato risultati importanti”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Il sindaco di Figline Incisa Giulia Mugnai si sofferma sui contagi e sulla diffusione del virus. Poi alcuni dati su mascherine, buoni spesa, contributi per gli affitti

Il sindaco di Figline Incisa Giulia Mugnai fa una disamina sulla diffusione del virus nel territorio. Nelle ultime tre settimane sono stati 36 i casi positivi al Covid-19, di cui 2 non domiciliate nel comune. 3 i decessi.

"I contagiati delle ultime settimane sono per la quasi totalità persone che lavorano in ambienti ospedalieri o in case di cura – spiega il sindaco – tutte strutture collocate fuori dal nostro Comune. Pertanto l'origine del loro contagio è da riferirsi strettamente all'ambito professionale. Negli altri casi si tratta di persone ospitate presso Case di cura o RSA, anch'esse collocate fuori dal nostro Comune, che quindi hanno contratto il virus nella struttura sociosanitaria. Infine per tre persone si tratta di soggetti conviventi con altri positivi, già comunicati in precedenza".

"La catena di contagio di tutti i casi delle ultime settimane si è dunque originata in ambienti sociosanitari oppure, più raramente, in famiglie dove c'erano conviventi già risultati positivi. Questo significa che in realtà le regole rigide sugli spostamenti e le azioni di distanziamento sociale sono state rispettate in maniera ampia dalle persone e hanno anche portato dei risultati importanti in termini di contenimento del contagio. Aggiungo inoltre che il numero delle persone positive sul nostro territorio comunale è in aumento anche a seguito dell'ampliamento degli screening e dei tamponi effettuati sugli operatori sanitari della Toscana. Nei primi casi di contagio, ad inizio marzo, si trattava quasi sempre di persone in cui emergeva una positività a seguito di un ricovero ospedaliero in presenza di sintomi importanti e, in alcuni casi, anche gravi. Nelle ultime settimane, invece, la grande maggioranza delle persone risultate positive è in isolamento presso il proprio domicilio, in larga parte addirittura asintomatica".

Infine, i numeri dei contagiati sul Comune di Figline e Incisa, in relazione alla popolazione residente, sono lievemente sotto la media toscana e in molti casi anche più bassi rispetto ad alcuni dei Comuni limitrofi.

"Pertanto i dati di contagio nel nostro Comune sono in linea con il resto delle realtà del territorio. Questo non significa che possiamo abbassare la guardia, anzi, ma credo sia importante conoscere queste informazioni, per capire il quadro reale della situazione e anche per cominciare a riflettere su come ripartire".

Il sindaco Giulia Mugnai ricorda anche che lunedì 20 aprile inizierà la distribuzione gratuita di mascherine per tutti i cittadini della Toscana, presso 1150 farmacie e 230 supermercati. Verranno consegnate 5 mascherine per un massimo di 30 in un mese. Dovrà essere presentata la tessera sanitaria o il codice fiscale.

Poi i contributi per gli affitti: "Insieme agli altri Comuni della nostra zona sociosanitaria (che comprende Valdarno fiorentino, Valdisieve e Chianti), abbiamo elaborato il bando straordinario per l'erogazione dei contributi affitto per le famiglie che stanno vivendo difficoltà economiche a seguito dell'emergenza da corona virus. Il bando è finanziato dagli 8 milioni stanziati dalla Regione Toscana e distribuiti ai Comuni, i requisiti di accesso sono similari a quelli precedentemente previsti per i buoni spesa. Giovedì 23 aprile il bando verrà pubblicato sul sito del Comune, dove troverete anche tutte le informazioni utili per inoltrare la richiesta. Verranno accolte tutte le richieste che corrisponderanno ai requisiti richiesti e fino ad esaurimento delle risorse stanziate dalla Regione".

Infine i buoni spesa: 540 le domande arrivate per l'erogazione dei buoni. Il servizio sociale, attraverso la commissione assistenza, ne ha già analizzate 300, Circa 2/3 dei nuclei richiedenti erano in possesso dei riquisiti previsti, pertanto più di 200 famiglie hanno già ricevuto telematicamente i buoni spesa. Restano da analizzare ancora 240 domande che saranno visionate nei primi giorni della prossima settimana. "Erogheremo tutti i buoni fino all'esaurimento completo del fondo di 127.000 euro arrivati dal Governo. Ci stiamo confrontando con il Banco alimentare e con le Caritas per dare una risposta anche a coloro che, in caso di esaurimento delle risorse, dovessero rimanere fuori dalla misura".

 

 

Articoli correlati