16, Giugno, 2024

Coltivazione di canapa indiana nell’orto di casa, la Polizia municipale denuncia una 49enne del Burchio

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Le 15 piante erano nascoste tra pomodori e patate; in casa aveva anche dello stupefacente già pronto. In tutto si stima un valore sul mercato di 15mila euro. I controlli eseguiti dagli uomini del comandante De Sanctis nell’ambito di un’operazione anti droga. La donna, denunciata a piede libero, è già nota alle forze dell’ordine e recidiva

Quindici piante di canapa indiana nascoste nel giardino di casa, in un orticello, in mezzo a pomodori e patate. La coltivatrice è una 49enne originaria di Firenze ma residente al Burchio, che è stata denunciata a piede libero dalla Polizia municipale del comune di Figline e Incisa. E non è la prima volta, per lei: già nota alle forze dell’ordine per numerosi reati contro il patrimonio, la 49enne è anche plurirecidiva per il reato di produzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

La scoperta, nella mattina, l'hanno fatta proprio i vigili urbani di Figline e Incisa, nell’ambito di una indagine antidroga coordinata dal Comandante Daniele De Sanctis sotto la direzione del Sostituto Procuratore della Repubblica di Firenze, dottor Focardi. Gli agenti hanno posto sotto sequestro le 15 piante di canapa indiana, alte circa 2 metri, per un peso di oltre 13 chili.

In casa, inoltre, la perquisizione ha permesso agli uomini della polizia municipale di trovare anche circa 10 grammi di cannabis, oltre ad una ventina di semi da impiantare per nuove produzioni dello stupefacente. In totale, si stima che una volta immessi sul mercato i quantitativi di stupefacente avrebbero fruttato fino a 15mila euro.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati